Miss Italia della porta accanto con accento calabrese

In epoca di donnine fin troppo spigliate, rinnova la favola della «ragazza della porta accanto» l’appena diciottenne Miss Italia 2009, Maria Perrusi alta 1.82, che in pochi giorni si è vista catapultare da Fiumefreddo (Cosenza) a Porta a porta, grazie al concorso condotto da Milly Carlucci.
Le criticano l’accento calabrese e più di una perplessità nell’affrontare le domande dei giornalisti alla sua prima conferenza stampa, ma lei in casa parla dialetto ed è comunque riflessiva nell’affrontare le questioni più spinose.
Per Patrizia Mirigliani, patron del concorso, «tra cinque o sei mesi questa ragazza parlerà un italiano perfetto», certo è da «plasmare» dice, ma «potremo sicuramente farla diventare una modella», come le piacerebbe e come lo stilista Guillermo Mariotto le ha già offerto di fare, per Gattinoni, comunque insieme al corso di passerella.
Le domande: andresti a chiedere al Papi un lavoro in Tv? Perplessa, forse pensando al presentatore Enrico Papi, Maria si consulta con la Mirigliani e lo staff del concorso, poi risponde compunta: «Non entro nel merito».
Ha compiuto diciotto anni proprio durante le finali, acquisendo il diritto di voto: «Stiamo parlando di Miss Italia, perché chiedete della politica?».
Dalla Calabria si fugge per cercare lavoro e riscatto: «Il mio paese non è povero, è solo che magari si cerca di raggiungere altre opportunità».
Allora parliamo di Miss Italia: «La corona non me l’aspettavo, ma ci speravo», sorride Maria la determinata. E ora che regalo ti faresti? «Il regalo ce l’ho già avuto, sono Miss Italia». Ma cosa ti compreresti? «Non sono così superficiale, mi basta essere felice». Non ha il fidanzato perché non l’ha ancora trovato come piace a lei: «Sono single, qual è il problema?». Tifa Juventus e Del Piero, la fiction preferita è L’onore e il rispetto con Gabriel Garko che le piace tanto, come Eros Ramazzotti che ieri ha potuto vedere da vicino alla finalissima.
Sposeresti un calciatore? «Non programmo niente». Qual è la giornata tipo della giovane miss Italia? «Dopo la scuola ascolto musica, faccio pallavolo, nuoto o teatro (sono stata la Locandiera di Goldoni a scuola)». Un difetto? «Sono molto orgogliosa». Un pregio? «Sono molto buona e umile».
Orgogliosa o umile? Mah... Forse non ha molta importanza se dopo Bruno Vespa ti aspetta La vita in diretta, Verissimo o il calendario fotografato da Marino Pasotti. Per la cronaca, anche quest’anno il maestro Berengo Gardin era al concorso: stamattina ritraeva di spalle i fotografi alle prese proprio con le immagini della nuova miss Maria.
La serata finale di Miss Italia 2009 in televisione è stata seguita da 5.252.000 spettatori (share di 28.13) con picchi di quasi 7.000.000 spettatori e share di 58 al momento dell’elezione della vincitrice.