Fiera Milano

Sì Sposaitalia, dal ritorno dello strascico all'abito con 50mila cristalli

Novità e tendenze di 200 aziende per il giorno del matrimonio fino a lunedì 17 aprile all'Allianz MiCo di Milano. Lo spettacolo nei nuovi modelli che sfilano nei fashion show. In mostra anche i gioielli da indossare nela nuova area Precious Bride by Homi Fashion&Jewels

Sì Sposaitalia, dal ritorno dello strascico all'abito con 50mila cristalli

Sfilate show che si susseguono a ritmo di musica, collezioni di tendenza per il grande giorno il cui lei e lui dicono “sì”, stand curatissimi tutti da scoprire fra abiti da sposa e modelle che li esibiscono, animano il palcoscenico di Sì Sposaitalia Collezioni la fiera del mondo bridal, in corso fino a lunedì 17 aprile all’Allianz MiCo di Milano, dà spettacolo con la sua carica di novità, trend e proposte dedicate al matrimonio di 200 espositori.

Guardando alle tendenze - il bianco è sempre il più amato - c’è il ritorno dei pantaloni e all'abito bianco corto, che può essere un sottovestito nascosto dalla lunga gonna, che si può togliere dopo il rito, evitando il cambio di look per il ricevimento. È riapparso, sontuoso, anche l’abito bianco dal lungo strascico e ancora il grandi fiocchi vaporosi e, a fare spettacolo, un vestito davvero “speciale” creato da Michela Ferriero per concorrere al Guinness world record nella categoria dell'abito con il maggior numero di cristalli applicati: sono ben 50.829, cuciti a mano. Insomma, l’overdressed richiama alla libertà, allo spettacolare, all’eccezionale che si ritrovano nelle maniche a palloncino, balze lucide degradanti in lunghezza, ampiezze sconsiderate, stole infinite, strascichi drammatici. Teatrali, esagerati, regali sono abiti che tengono la scena senza mostrare alcuna timidezza.

E con il ritorno della figura disegnata, del corpo sottolineato e non nascosto, dell’abito "seconda pelle" si è riaffacciato con prepotenza anche il corsetto, approfittando di una tendenza sexy ancora forte, in versione pop romantica e più o meno steccato, regge gonne voluminose ridisegnando le regole della seduzione. E ancora le scollature profonde davanti e dietro aprono gli spacchi, declinando il lungo e il corto, dosando sapientemente il see through, usando l’underwear come outerwear.

Stand Sposaitalia Collezioni

Per gli uomini invece si conferma lo stile classico anche non mancano le varianti moderne e spesso inusuali per chi vuol sorprendere interpretando una marcata personalizzazione. Appaiono anche i farfallini al posto della classicissima cravatta o del papillon oltre a giacche “scenografiche” che non lasciano indifferenti.

Il “viaggio” dei visitatori professionali fra gli stand degli espositori è accompagnato dai “fashion show”, le sfilate in passerella che completano questo edizione sempre più internazionale e hanno preso il via nel giorno di apertura con Elisabetta Polignano e la sua sposa sartoriale seguita dalle creazioni sofisticate di Mysecret Sposa e dalla tradizione artigianale e ricercata di Michela Ferriero per concludere con il debutto di Chiara Boni White e la sua speciale capsule per il giorno del sì creata per Sì SposaItalia Collezioni.

Sposaitalia Collezioni abiti per lo sposo

Oggi i riflettori sono puntati sulle spose ricercate di Emiliano Bengasi Couturier e sulla collezione haute couture principesca di Julia Kontogruni. Poi sfila la preziosa contemporaneità hand made di Dovita e delle proposte nate dalla creatività di Rara Avis per terminare con il collettivo Global Bridal House che raggruppa le spose internazionali di Modeca, Gbs Herve Paris, Libelle Bridal e Randy Fenoli Bridal.
Domenica 16 aprile sfilerà l’eleganza maschile da cerimonia firmata Kigili, la femminilità scenografica di Musani Couture e la magia in chiave bridal di Amelia Casablanca. A seguire, lo sposo sofisticato e mediterraneo di Andrea Versali, seguito dalle sfilate collettive “Made in Sicily” e “Spain Fashion” con Higar Novias, Lexus, Tina Valerdi, Alma Couture.

Sposaitalia Collezioni gioielli per la sposa

Da non perdere, il Precious Bride by Homi Fashion&Jewels, una “splendente” area che debutta in questa edizione dove, racchiusi in teche, sono esposti gioielli studiati appositamente per valorizzare l'abito da sposa, come i cerchietti con intarsi di velo, orecchini pendenti fino alle spalle, copricapo intrecciati in vari materiali.

Altra novità importante di Sì Sposaitalia 2023 è “Yes, I Do” un vademecum che racchiude trend e ispirazioni delle collezioni di cui è stata esplorata l’estetica e le declinazioni materiche e cromatiche costruendo un percorso denso di rimandi e di fascinazioni. Un trend book studiato come strumento ideale per interpretare il gusto e la sua evoluzione, in una rilettura bridal delle tendenze fashion ricche di ispirazioni provenienti da arte, cinema, musica e tradizioni da tutto il mondo, che hanno influenzato e influenzeranno le nuove collezioni.
Progetto realizzato in collaborazione con Giuliana Parabiago, giornalista di moda, autrice di libri sul bon ton e sulla cerimonia, tutor per i corsi di Becoming a wedding planner, che ha dato vita a un overview dalla forte valenza pratica e strategica anche grazie al prezioso contributo dei protagonisti della kermesse. Una guida funzionale e, al contempo, un oggetto da collezione come dimostra la sua cover, creata dall’artista della Bellezza, Jacopo Ascari, le cui illustrazioni fanno da scenografia anche in formato digitale in fiera.
Tutte le informazioni su sposaitaliacollezioni.fieramilano.it

Commenti