19mila euro al giorno di scorta: follia dell'euroscettico Farage

Il fondatore di Ukip avrebbe attinto ai fondi europei destinati al gruppo politico di cui fa parte anche il Movimento Cinque Stelle

19mila euro al giorno di scorta: follia dell'euroscettico Farage

Diciannovemila euro al giorno per il servizio di scorta. Tanto spenderebbe, secondo il quotidiano britannico The Daily Mail, l'europarlamentare inglese Nigel Farage, fondatore e leader del partito euroscettico Ukip.

E fin qui non ci sarebbe nulla di strano, se non fosse che i denari spesi per la sicurezza del politico inglese sarebbero stati attinti dai fondi europei per il gruppo Europe of Freedom and Direct Democracy.

Secondo le fatture e i documenti spulciati dal quotidiano londinese, l'euro-onorevole euro-scettico avrebbe fatto razzia dei due milioni e mezzo di fondi destinati al gruppo parlamentare di cui è membro anche il M5S di Beppe Grillo: un gruppo noto per i tanti soloni pronti a fustigare gli sprechi e le assurdità dettate da Bruxelles.

Tra le tante "stravaganze" di Farage i 74mila euro spesi per prendere parte a cinque eventi nell'Essex e i 12mila euro per garantire la propria sicurezza durante un comizio nel piano sotterraneo di un club per spogliarellista. Curioso notare come Farage sia il principale promotore della campagna per l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea: se dovesse raggiungere questo importante obiettivo, con il seggio all'Europarlamento perderebbe anche i cospicui finanziamenti che ne derivano. E che gli permettono di garantirsi una scorta così imponente.

Commenti