Mondo

Alfie, la Corte d'Appello: "No al trasferimento in Italia"

Dopo aver concesso la cittadinanza italiana ad Alfie Evans, cadono le ultime speranze di poterlo curare nel nostro Paese

Alfie, la Corte d'Appello: "No al trasferimento in Italia"

Dopo aver concesso la cittadinanza italiana ad Alfie Evans, il bimbo di 23 mesi affetto da una malattia neurodegenerativa, cadono le ultime speranze di poterlo curare nel nostro Paese. La Corte di Appello di Londra infatti ha deciso che il piccolo non potrà lasciare la Gran Bretagna per ricevere le cure in un ospedale italiano. Di fatto con questa decisione è stato bocciato l'estremo tentativo di poter trasportare il bimbo dall'ospedale di Liverpool, dove si trova attualmente, al Bambino Gesù di Roma.

Lo staff legale che segue la vicenda e che accompagna i genitori del bimbo in questa battaglia dolorosa hanno fatto sapere che il bambino "necessita di un intervento immediato". L'avvocato dei genitori di Alfie, Paul Diamon, ha anche aggiunto che un aereo ambulanza è già pronto nell'attesa di trasportare il piccolo in Italia. Ma adesso, dopo la decisione della corte d'Appello, la strada per un arrivo in Italia del piccolo Alfie si è di fatto chiusa. Adesso bisogna attendere cosa accadrà tra le mura dell'ospedale di Liverpool dove il piccolo è ricoverato da diverse settimane.

Commenti