Australia, entro il 2020 uccisi 2 milioni di gatti ​con bocconi avvelenati

Il piano è stato lanciato nel 2015 dal governo, per proteggere le altre specie

Due milioni di gatti di cui sbarazzarsi entro il 2020. Il governo australiano ha progammato l'uccisione dei felini randagi, tramite pasti avvelenati.

Secondo uno studio del 2017, infatti, ogni anno i felini uccidono 377 milioni di uccelli e 649 milioni di rettini in tutta l'Australia: numeri che costituiscono una minaccia per l'ecosistema, contribuendo all'estinzione di almeno 27 mammiferi.

Salsicce letali fatte di carne di canguro, grasso di pollo, erbe, spezie e un veleno mortale per gli animali, disseminati per migliaia di ettari, fatti cadere dagli aeroplani, secondo quanto riporta il New York Times. Una volta mangiato il cibo killer, i gatti dovrebbero morire in 15 minuti. È una delle tattiche inserite nei piano che mira a proteggere le specie animali dai felini randagi. Non solo. Il governo, infatti, prevede anche di vietare i gatti domestici.

Inizialmente, la decisione del governo australiano è finita al centro di numerose polemiche e migliaia di persone hanno firmato una mezza dozzina di petizioni online, chiedendo all'Australia di abbandonare il piano killer. L'annuncio del piano che avrebbe dovuto portare all'eliminazione dei gatti era stato annunciato nel 2015. Da allora, l'efficacia delle uccisioni è stata riconosciuta, per la salvaguardia delle altre specie animali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Lun, 29/04/2019 - 16:58

Speriamo che, per salvare le specie in via di estinzione, non decidano anche di avvelenare ...gli stessi australiani! Infatti nessuna specie è più dannosa per le altre che l'uomo stesso!!!

Popi46

Lun, 29/04/2019 - 17:19

Ma se lasciassero fare a Madre Natura? In fondo è il bipede a provocare danni spesso irrisolvibili, non i quadrupedi.....

gigi0000

Lun, 29/04/2019 - 17:19

Per qualche popolazione affamata sarebbero circa 8000 tonnellate di carne. Un vero spreco avvelenarli.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Lun, 29/04/2019 - 17:28

Se si lascia fare a madre natura le specie invasive alloctone distruggono quelle autoctone. Come ad esempio gli scoiattoli rossi europei. Meditate.

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 29/04/2019 - 17:39

Ma non si potrebbero cacciare come si fa con le altre specie? La carne di gatto poi non è neanche male...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 29/04/2019 - 18:20

sepen Lun, 29/04/2019 - 17:39,Vicentino,vero???

gianrico45

Lun, 29/04/2019 - 18:32

I gatti i bocconi avvelenati di solito li riconoscono. Secondo me finiranno per sterminare il resto degli uccelli che per la maggior parte mangia di tutto.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Lun, 29/04/2019 - 18:34

Prenderli ad esempio per le nutrie ??

porcorosso

Lun, 29/04/2019 - 19:07

Anche l'uomo bianco si sta estinguendo... Che tipo di polpette usiamo?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 29/04/2019 - 19:16

Per l'amor del cielo. Mi auguro non avvenga mai una simile carneficina. Non sarei capace di ammazzarne nemmeno uno solo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 29/04/2019 - 19:23

in Italia invece di avvelenarli i gatti se il mangiano in Sud Italia..

Alessio2012

Lun, 29/04/2019 - 20:08

MOLTI MANGIANO IL GATTO CON CONTORNO DI BOCCONCINI KITEKAT...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 29/04/2019 - 20:34

IO sono pure un gattaro. Che gli astraliani morissero avvelenati dai crotali o quelli che sono, visto che i gatti non riducono il loro numero. Un giorno se ne pentiranno. Vedrete.

rosolina

Lun, 29/04/2019 - 20:37

mia madre non sbaglia mai e dice che chi non ama le bestie, allora non ama nemmeno gli essere umani...in più credo che le salsicce potranno far gola anche a tanti altri esseri viventi...per me tra 5 anni ci troveremo su un pianeta senza neanche un filo d'erba (da estirpare per non offendere chi é allergico)

rosolina

Lun, 29/04/2019 - 20:38

per gli umani hanno usato il bisfenolo A

Tara

Lun, 29/04/2019 - 21:13

In Nuova Zelanda lo fanno da anni con il 1080 Sodium monofluoroacetate che viene sparso per via aerea per decimare anche ratti possum furetti. Li catturano con trappole e li uccidono oppure come successo al mio gatto, ucciso a fucilate nel giardino di casa, gli sparano a vista. E' una specie di ossessione quella della difesa degli uccelli, da parte mia, dopo quello che e' successo, degli uccelli ha smesso di importarmene piu' di tanto.

ziobeppe1951

Lun, 29/04/2019 - 21:23

porcorosso...19.07...l'uomo bianco, affinché non si estingua, sarà costretto a mangiare polpette nere..contengono molta melanina

Divoll

Lun, 29/04/2019 - 21:43

Ogni tanto a questi imbecilli prende il raptus genocida. Qualche anno fa e' toccato a migliaia di poveri canguri. Spero che questo progetto disumano e folle venga fermato.

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Mar, 30/04/2019 - 02:24

potrebbero diffondere dei gatti buonisti che predichino l'accoglienza verso i topi. l'estinzione e' garantita

Dordolio

Mar, 30/04/2019 - 07:03

Mia nonna - peraltro tutt'altro che una "gattara" - amava citare l'adagio "Chi vuol male ai gatti vuol male ai suoi fatti". Sapienza antica e consolidata, direi. La vedo male per gli australiani. La faccenda gli si ritorcerà contro in qualche modo, con gli ovvi e conseguenti interessi. E non sperino a quel punto in considerazione e/o pietà.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 30/04/2019 - 12:00

Forse i discendenti degli australopitechi,hanno paura che si estinguano 10 degli 11 serpenti più velenosi al mondo!!

frank173

Mar, 30/04/2019 - 21:02

Per fortuna che gli australiani stanno agli antipodi per me! Comunque, li boicotterò in ogni modo. E si che mi stavano simpatici come popolo, a dimostrazione di quanto ci si possa sbagliare.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 01/05/2019 - 09:57

Sono proprio dei subumani. Basta sterilizzare il maggior numero di felini randagi possibile e lasciar fare il tempo. Nel giro di pochi anni il numero di queste bestiole diminuerebbe drasticamente.