I ragni e le ragnatele giganti: cos'è il fenomeno del "ballooning"

Fenomeno straordinario in Australia: a seguito di un'alluvione, migliaia di ragni hanno costruito enormi ragnatele lungo i campi ed i terreni con un effetto ottico incredibile. Ecco perché è accaduto

I ragni e le ragnatele giganti: cos'è il fenomeno del "ballooning"

Dopo una forte ondata di maltempo con pesanti alluvioni, lo stato di Victoria in Australia si è ritrovato con enormi "lenzuoli" biancastri sui terreni: migliaia di ragni hanno ricoperto alberi e campi con ragnatele da record che, mosse dal vento, hanno dato effetti ottici molto suggestivi.

Il fenomeno del "ballooning"

Le incredibili immagini stanno facendo il giro del mondo: come si può vedere in allegato, il video dimostra la straordinarietà del fenomeno che ha colpito alcune aree della contea australiana. "Non ho potuto resistere alla condivisione di questa ragnatela sottile che fluttua nella brezza", scrive l'autore del filmato, Carolyn Crossley, consigliere comunale locale, il cui video pubblicato su Facebook ha avuto migliaia di condivisioni tra gli utenti diventando virale. Questo tipo di ragno, spiegano gli esperti, abitualmente vive al suolo ma in casi di emergenza cerca rifugio su alberi e arbusti dove crea queste enormi tele nella speranza che il vento lo prenda e lo porti in luoghi più sicuri: questo fenomeno è noto come "ballooning", letteralmente mongolfiera, processo mediante il quale i ragni si muovono nell'aria rilasciando uno o più fili sottilissimi per catturare il vento che li fa volare in balia delle correnti d'aria e delle correnti elettriche. Un esperimento del 2018 ha confermato che i campi elettrici forniscono una forza sufficiente per sollevare i ragni in aria che li usano per disperdersi. ll volo in mongolfiera è un comportamento in cui i ragni e alcuni altri invertebrati utilizzano la dispersione nell'aria per spostarsi da un luogo all'altro. A causa dell'alluvione, però, il processo di costruzione di queste ragnatele stavolta è avvenuto al suolo.

"Possiamo vedere che madre natura può essere bella ma può anche essere distruttiva. Come sappiamo solo bene come le inondazioni e l'uragano come i venti hanno squarciato il Gippsland la scorsa settimana. Inondazioni di case, distruzione di fattorie e attività commerciali e circa 25.000 case senza elettricità al culmine della tempesta e migliaia sono ancora senza elettricità in tutto lo Stato", scrive Carolyn Crossley sotto il video che ha fatto il giro del mondo. "Per me è assolutamente bellissimo, una coperta di seta che ondeggia in tutta la vegetazione", ha detto un'abitante del posto. "Mostra anche letteralmente decine di migliaia, se non milioni, di ragni a livello del suolo. Senza ragni, avremmo piaghe di insetti", ha aggiunto.

Le ragnatele proteggono dai germi

Come scrivono tutti i quotidiali locali, non è un fenomeno che debba spaventare la popolazione di quelle aree: questi ragni stanno dando un enorme contributo al controllo dei parassiti e si disperderanno da soli molto rapidamente. In generale, ai ragni non piace vivere troppo vicini all'uomo e, non appena i campi saranno asciutti, torneranno nelle loro case sotto il terreno. Ecco perché le autorità locali vietano di utilizzare gli insetticida per ucciderli. Accanto alla parte curiosa della cronaca, però, c'è anche purtroppo quella tragica: come riporta la Cnn, le tempeste che hanno devastato Victoria hanno provocato la morte di due persone mentre, miracolosamente, una madre ed un figlio feriti sono stati salvati dagli agenti di polizia dopo che il ramo di un albero è caduto sulla loro casa.

Commenti

Grazie per il tuo commento