Austria, fermato un altro tir: ​26 profughi, gravi 3 bimbi. Su uno yacht muore 15enne

In Austria la polizia ha fermato un camion sul quale viaggiavano 26 migranti e a bordo c'erano tre bambini in condizioni critiche a causa della disidratazione. In Grecia, 15 muore dopo una sparatoria tra i trafficanti di migranti e la guardia costiera greca

Austria, fermato un altro tir: ​26 profughi, gravi 3 bimbi. Su uno yacht muore 15enne

L'ennesimo tir della disperazione. Di nuovo in Austria. La polizia ha fermato ieri un camion sul quale viaggiavano 26 migranti e a bordo c'erano tre bambini in condizioni critiche a causa della disidratazione. Lo riferisce l'agenzia di stampa austriaca Apa, precisando che il tir è stato fermato a St. Peter am Hart, vicino al confine con la Germania. I migranti provenivano da Siria, Afghanistan e Bangladesh. Il conducente, un 29enne romeno, è stato arrestato, mentre i bambini con i genitori sono stati portati in ospedale nella vicina città di Braunau. I ragazzini erano in uno stato di stordimento a causa della mancanza di acqua e del caldo all'interno del camion. "Lo staff medico ci ha detto che non avrebbero potuto resistere ancora a lungo", ha spiegato un membro della polizia, David Furtner.

Il tutto accade a distanza di due giorni dalla scoperta di un altro tir fermato sempre in Austria sull'autostrada A4, non lontano dal confine con l'Ungheria, e con a bordo i corpi di 71 migranti tra cui quattro bambini.

In Grecia invece un profugo di 15 anni è morto su uno yacht che trasportava altri 59 migranti. Il battello è stato fermato davanti all'isola di Simi da una nave dell'operazione Frontex, dopo aver cercato di speronare il vascello dei militari. Secondo quanto riferito dal quotidiano locale Tribune, il 15enne sarebbe morto in uno scontro a fuoco tra i trafficanti e i militari della Guardia costiera greca che hanno affiancato l'imbarcazione con una motovedetta. Nella sparatoria sarebbero rimasti feriti un militare della Guardia costiera e un trafficante.

Commenti