Belgio, auto sulla folla al Carnevale: almeno sei i morti

Tra i morti un bambino. La vettura è piombata sulla folla che stava festeggiando il carnevale. Dopo una breve fuga l’automobile è stata intercettata

Belgio, auto sulla folla al Carnevale: almeno sei i morti

In Belgio un’auto è piombata a grande velocità sulla folla uccidendo almeno 6 persone, tra cui un bambino, e ferendone in modo grave una dozzina e più lievemente circa una ventina. Il fatto è avvenuto alle prime luci dell’alba, verso le 5 del mattino di oggi, domenica 20 marzo, quando molte persone erano riunite per festeggiare il carnevale di Strèpy-Bracquegnies, in Vallonia. Secondo quanto riportato dalla stampa belga, dopo avere investito la folla l'auto si è data alla fuga ma è stata poco dopo intercettata. Al momento sono 6 le vittime accertate, tra le quali abbiamo detto anche un bambino, ma da un primo bilancio ci sarebbero anche 12 feriti gravi e una ventina in condizioni più lievi. Non è detto che nelle prossime ore il numero delle vittime non aumenti.

Due le persone arrestate

Sono due le persone che sono state poste in arresto per la strage di questa mattina. Gli investigatori non starebbero però pensando che possa essersi trattato di terrorismo, come ha reso noto in una conferenza stampa il sindaco Jacques Gobert, apparso visibilmente commosso. I due arrestati hanno rispettivamente 32 e 34 anni, e si trovavano a bordo dell'auto che ha travolto la folla di persone. Come detto precedentemente, gli inquirenti non starebbero seguendo principalmente la pista del terrorismo.

L'auto lanciata sulla folla

Il sindaco della cittadina belga, Jacques Gobert, ha spiegato ai giornalisti che un'auto in corsa si è lanciata sulla folla che si era radunata per vedere il 'ramassage des Gilles', un raduno di alcune maschere tradizionali del carnevale. Il primo cittadino ha poi aggiunto che il conducente ha continuato a proseguire per la sua strada ma è stato intercettato dalle forze dell'ordine. Subito il Comune ha fatto scattare il proprio piano di emergenza comunale mettendo a disposizione delle famiglie il palazzetto dello sport comunale ed è anche stato attivato il servizio di assistenza alle vittime e ai loro familiari.

Il periodo del carnevale era stato avviato ufficialmente ai primi di marzo dalla città di La Louvière, in seguito all'alleggerimento delle normative anti-Covid, passando in codice giallo. Il carnevale di Strépy-Bracquegnies avrebbe dovuto avere inizio proprio oggi con la tradizionale raccolta dei Gilles, durante la quale i partecipanti vanno di casa in casa, e sarebbe dovuto andare avanti anche il 21 e il 22 marzo.

Il carnevale in Vallonia

Il Carnevale in Vallonia ha una tradizione di origine antica e molto popolare, che era nata con l'obiettivo di celebrare la fine dell'inverno e l'inizio della primavera con una grande festa di strada con tanti cortei colorati e gente mascherata. Sono tante le città valloni che conservano gelosamente la loro festa di Carnevale, e i loro personaggi tipici come i Blancs Moussis di Stavelot o i Gilles di Binche riconosciuti patrimonio immateriale mondiale dell'Unesco. Le Gilles fanno la loro apparizione dalle 4 del mattino fino a tarda ora e ballano in strada sulle note di canzoni tradizionali. Per questo motivo le persone erano radunate all'alba in strada.

Commenti