Belgio sotto choc, topo rosicchia dita di una mano a bimba di 7 mesi

La piccola stava dormendo nella sua culla quando è stata attaccata da uno o più roditori. I medici non sanno se saranno in grado di salvare le falangi dell’arto ferito

Una storia agghiacciante arriva dal Belgio, per la precisione da Solre-sur-Sambre (Erquelinnes), e vede come vittima la piccola Melina, una bimba con solo 7 settimane di vita.

Mentre stava dormendo nella sua culla a casa della zia, dove l’aveva portata sua madre, la bambina è stata attaccata da uno o più ratti, che le hanno rosicchiato 4 dita di una mano.

La piccola è stata trasportata in stato di choc al più vicino ospedale, nel quale si è disposto l’immediato ricovero, con una prognosi di varie settimane. Intervistati, i medici non hanno voluto pronunciarsi circa le possibilità di riuscire a salvare le falangi dell’arto ferito.

Il procuratore di Charleroi ha aperto un fascicolo per tentare di far chiarezza sulle dinamiche dei fatti. Le condizioni della famiglia alle spalle di Melina, ultima di 5 figli, non sono delle più rosee: già 3 dei suoi fratelli sono infatti stati dati in affidamento. Proprio a causa di questa situazione problematica ben nota ai vicini ed ai servizi sociali, le colpe hanno iniziato subito a ricadere sui genitori della bimba.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 01/09/2018 - 19:03

L'area non è certo la migliore del Belgio.