Nell'asilo con un machete: la strage choc del 18enne

Il responsabile dell'attacco a colpi di machete sarebbe un 18enne, subito arrestato dalla polizia e trasferito d'urgenza in ospedale

Nell'asilo con un machete: la strage choc del 18enne

Il Brasile è sotto shock per l'attacco lanciato oggi a colpi di machete contro bimbi e maestre di un asilo comunale di Saudades, nello Stato meridionale di Santa Catarina. Le vittime dell'attentato accertate finora sono tre bambini sotto i due anni e una maestra, mentre altre due persone sono rimaste ferite. L'assalto si è verificato intorno alle dieci di mattina (ora locale) e l'artefice della tragedia sarebbe un 18enne, subito arrestato dalla polizia. Saudades, che conta 9.800 abitanti, dista circa 70 chilometri da Chapecò, la città più grande della regione occidentale di Santa Catarina, e 600 chilometri dalla capitale Florianopolis.

Secondo le prime ricostruzioni, il 18enne armato di machete si sarebbe presentato alla portineria del centro cittadino per l'educazione della prima infanzia Aquarela, dove sarebbe stato fermato e affrontato da un'insegnante. Il folle avrebbe quindi aggredito la donna uccidendola sul colpo. Dopo il suo primo omicidio, l'assassino si sarebbe addentrato nell'asilo continuando a menare fendenti contro chiunque gli capitasse a tiro, uccidendo i tre bambini e ferendo gravemente un quarto piccolo alunno e un'altra insegnante.

Grazie all'intervento della polizia, l'area intorno all'asilo è stata isolata e l'uomo armato di machete è stato immobilizzato e trasferito d'urgenza in ospedale, con coseguente avvio delle indagini sulle cause e sulla dinamica del fatto di sangue. La segretaria comunale all'istruzione, Gisela Hermann, ha quindi descritto la scena del crimine come "raccapricciante", mentre il commissario di polizia Jeronimo Marçal ha contestualmente spiegato alla stampa che l'intenzione del 18enne era quella di fare quante più vittime possibile. A detta delle autorità, il bilancio dei morti non si è aggravato soltanto perché, fortunatamente, tutti gli altri insegnanti dell'asilo si sono accorti in tempo dell'attacco in corso e hanno chiuso a chiave le altre aule della struttura. La governatrice dello Stato di Santa Catarina, Daniela Reinehr, ha decretato un lutto ufficiale di tre giorni.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento