Cina, liquori finiscono sequestrati: nelle bottiglie c'era anche il viagra

Una serie di prodotti finiti sugli scaffali ritirati dopo un controllo. Nella composizione anche dei farmaci

Cina, liquori finiscono sequestrati: nelle bottiglie c'era anche il viagra

Che un liquore dall'alta gradazione annebbi per un po' la percezione di chi esagera, non è una grande scoperta. Se però al generale senso di ubriachezza si unisce una certa "eccitazione" o qualche effetto sulla pressione sanguigna, allora nella composizione potrebbe esserci qualcosa di strano.

È la conclusione a cui è arrivato, in Cina, il bureau che si occupa della sicurezza alimentare, sicuro che almeno due distellerie abbiano aggiunto del Sildenafil - il composto generico alla base del Viagra - alle loro bottiglie di baijiu, un distillato che si ricava principalmente dal sorgo e con una gradazione fino al 60%.

La scoperta ha spinto le autorità cinesi a chiedere controlli più stretti e a chiedere alle distillerie di ritirare i prodotti già finiti sugli scaffali entro il 15 agosto. Si parla di più di 5.000 bottiglie, di tre tipologie diverse. Un problema non da nulla.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti