Colombia, il Torino ricorda Superga: "Commossi dalla tragedia"

Dopo la tragedia aerea, la squadra piemontese ricorda i propri morti a Superga

Colombia, il Torino ricorda Superga: "Commossi dalla tragedia"

Un parallelismo che hanno fatto in tanti, quello tra la tragedia di Superga, in cui morirono i calciatori del Torino e il disastro aereo avvenuto oggi in Colombia, dove i giocatori della brasiliana Chapecoense sono morti quando il charter su cui viaggiavano è precipitato, per ragioni che sono ancora da chiarire.

La squadra della serie A brasiliana si trovava a bordo diretta all'aeroporto di Rionegro-José María Córdova ed ha perso quota alle porte di Medellin, dove è scomparso dai radar, schiantandosi in una zona montagnosa.

"È un destino che ci lega indissolubilmente", ha scritto su twitter l'account ufficiale del Torino, aggiungendo che i giocatori sono "fraternamente vicini" alla Chapecoense, nel giorno di una tragedia che troppo ricorda quella che proprio il Torino si trovò a vivere.

Il 4 maggio 1949 in 31 morirono quando si schiantò l'aereo su cui viaggiava la squadra. La Fifa, l'anno scorso, ha proclamato la data "giornata mondiale del giuoco del calcio", in ricordo di quanti (giocatori, dirigenti, allenatori, giornalisti ed equipaggio) persero la vita quel giorno.

Commenti