Si lavora al "super anticorpo": è l'arma per sconfiggere Covid

Celltrion prevede di sviluppare un "super anticorpo" in grado di attaccare e neutralizzare tutti i tipi di ceppi associati al coronavirus. La prima fase è stata completata con successo

Dall'Asia arriva una nuova speranza contro il nuovo coronavirus. Dopo la notizia del farmaco giapponese Avigon, finito al centro di una diatriba sulla sua presunta efficacia, in Corea del Sud l'azienda Celltrion ha completato con successo la prima fase di sviluppo di un trattamento antivirale per combattere il Covid-19.

L'annuncio arriva dalla stessa società con base a Seul, che punta anche a lanciare un kit diagnostico di autoanalisi rapida in grado di fornire risultati nel giro di 15-20 minuti. Ricordiamo che Celltrion è stata scelta dal Korean Centers for Disease Control (Kdc) come sviluppatore preferenziale per l'attuazione di un progetto di anticorpi monoclonali da impiegare al fine di trattare e prevenire il nuovo coronavirus.

Come spiega l'agenzia Adnkronos, Celltrion ha identificato la libreria di anticorpi prelevati dal sangue di pazienti guariti e che si ritiene siano coinvolti nella neutralizzazione del virus, potendo quindi contribuire alla guarigione. Questi anticorpi vengono sottoposti a ulteriori esami per identificare quelli che sono più efficaci nel neutralizzare il virus responsabile della Covid-19.

Una volta identificati, formeranno la base del trattamento antivirale che verrà testato in sperimentazioni precliniche e cliniche in tutto il mondo nel terzo trimestre 2020. In altre parole Celltrion prevede inoltre di sviluppare un “super anticorpo” in grado di attaccare e neutralizzare tutti i tipi di ceppi associati al coronavirus, come quelli che provocano la Covid-19 e la Sars, consentendo ulteriore protezione contro mutazioni impreviste o inattese.

Oltre al trattamento antivirale anche un kit diagnostico di autoanalisi rapida

Ma non è finita qui perché oltre allo sviluppo terapeutico di anticorpi, Celltrion sta lavorando a un kit diagnostico di autoanalisi rapida nell'estate di quest'anno. Il kit si concentrerà sul gene che codifica la proteina spike (S) sulla superficie del coronavirus, una glicoproteina essenziale per l'ingresso virale in cellule ospiti umane.

Il kit è progettato per mostrare i risultati in meno di mezz'ora, con sensibilità e specificità ottimizzate e migliori caratteristiche di precisione. Una volta ottenuto un marchio Ce, il kit diagnostico di autoanalisi rapida diventerà disponibile in tutta Europa attraverso Celltrion Healthcare.

"Il nostro trattamento antivirale per la Covid-19 - ha dichiarato Ki-Sung Kwon, responsabile della Divisione R&D di Celltrion - è progettato per addestrare il sistema immunitario a produrre anticorpi che riconoscano e blocchino la proteina spike utilizzata dal virus per penetrare nelle cellule umane. Gli anticorpi che si legano all'antigene della Covid-19 verranno anche utilizzati per sviluppare un kit diagnostico. Abbiamo implementato un piano di preparazione all'emergenza agli inizi dell'epidemia da coronavirus 2019, sfruttando le nostre esclusive tecnologie di scoperta, sviluppo e produzione di anticorpi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 23/03/2020 - 14:42

speriamo che faccino il miracolo.

AjejeBrazow

Lun, 23/03/2020 - 15:15

Poffarbacco : siamo nelle supermani di un superanticorpo.

Lugar

Lun, 23/03/2020 - 15:55

A differenza dell'epidemia di spagnola, oggi abbiamo i mezzi, le competenze, la vololtà e l'appoggio di tutta l'umanità. Questo virus ha i giorni contati.

necken

Lun, 23/03/2020 - 16:18

al momento è marketing a costo zero?! per il resto chi vivrà vedrà

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 23/03/2020 - 16:55

Della serie "Io speriamo che me la cavo!"

Pigi

Lun, 23/03/2020 - 17:39

Rafforzare le difese immunitarie è l'unica strada in grado di garantire risultati apprezzabili. Perché i bambini non si ammalano e i danni sono sempre maggiori con l'avanzare dell'età? Risposta: il sistema immunitario si deteriora con l'età. Quindi rafforzare il sistema immunitario è l'unica via per attenuare i danni del virus. Siamo sicuri che dove la mortalità è superiore al 10% dei contagiati non si faccia esattamente il contrario?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 23/03/2020 - 18:04

...nel terzo trimestre del 2020. Come dire: domattina. Campa, cavallo, ché l'erba cresce.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 23/03/2020 - 18:19

Inutile farci illusioni. Ci vorranno almeno un pò di mesi. Se arriva prima, ben venga.

amicomuffo

Lun, 23/03/2020 - 18:23

Pigi concordo con lei....in questo momento e fino al vaccino, occorrerebbe aumentare le difese immunitarie..E perchè allora i nostri baldi virologi, invece di dircelo, continuano a starnazzare come galline nel pollaio? Mistero!

WmatteoSalvini

Lun, 23/03/2020 - 18:48

Comunque bisogna sempre rimanere umile nei confronti della natura, perché è più potente comunque e sempre !

Reip

Lun, 23/03/2020 - 18:58

Ammesso e non concesso che ci sia veramente la volontà di voler porre fine a questa emergenza!

trasparente

Lun, 23/03/2020 - 19:33

Il vaccino secondo me esiste già, perché oltre sette miliardi di persone sono troppe su un pianeta ormai diventato piccolo, e qualcuno ha deciso di "sfoltire" prima che si esaurisca del tutto.

Francesca-66

Lun, 23/03/2020 - 19:45

I "Gretini" e gli eco-scienziati della nuova epoca ecologista, non hanno ancora capito che l'uomo non deve difendere la natura, che si difende benissimo da sola, ma si deve difendere dalla natura! Così è sempre stato, così è, così sempre sarà! La terra ha 5 miliardi di anni è le vicisitudini degli uomini non interessano la storia della terra e degli eventi naturali... L'uomo non può distrugge la natura, ma al massimo può distruggere solamente il suo oticello, il suo ambiente naturale, ma la natura procederà anche senza l'uomo! L'uomo è un essere piccolo ed insignificante e troppo spesso si atteggia a padrone del mondo!