Le isole che danno 25mila euro a chi va via

La scelta di pagare i turisti per farli andare via dalle Hawaii è stata finanziata dal governo locale con uno stanziamento di bilancio di 25mila dollari

Le Hawaii, nel pieno dell’emergenza coronavirus, hanno deciso di “pagare i turisti per andarsene”. Tale esborso serve appunto alle autorità locali per effettuare l’allontanamento dalle isole dei soggetti non residenti responsabili di violazione della quarantena precauzionale anti-Covid lì in vigore. Nell’entità federata Usa vi è infatti l’obbligo, per tutti i visitatori stranieri e per i viaggiatori che si sono recati nel paradiso naturale dal primo aprile, di mettersi in auto-isolamento per due settimane. Oltre a disporre questo auto-confinamento prudenziale, lo Stato americano, dove si contano ad oggi 596 contagi da coronavirus e 12 decessi, ha anche finora incoraggiato i turisti a non recarsi proprio nell’arcipelago.

Il pagamento inteso a favorire l’allontanamento dei non residenti, ha spiegato ieri Il Messaggero, è stato autorizzato dal governo locale mediante uno stanziamento di bilancio pari a 25mila dollari, con cui organizzare i viaggi di ritorno ai trasgressori e pagare il biglietto ai visitatori da rimpatriare che non possono permettersi quest’ultimo.

L’organizzazione dei viaggi di rimpatrio, precisa il quotidiano capitolino, è di competenza di un ente no-profit, la Visitor Aloha Society.

La nuova strategia per i rimpatri è stata già applicata ai danni di 19 persone, accusate appunto di infrazione all’obbligo di quarantena nonché di reati minori.

Prima di usufruire dei voli messi a disposizione dalle istituzioni hawaiane, precisa la testata, i medesimi trasgressori sono stati però costretti a pagare una multa.

L’idea di pagare i turisti affinché gli stessi abbandonino le isole è stata difesa direttamente dal procuratore generale dello Stato, Clare Connors.

La massima carica inquirente dell’entità federata ha infatti giustificato con le seguenti parole, citate dal giornale romano, tale misura a carico di chi viola l’isolamento precauzionale anti-Covid: “La possibilità di riportare rapidamente le persone nei loro luoghi di origine durante la pandemia è di grande aiuto alla capacità delle forze dell'ordine di garantire il successo delle nostre misure di emergenza”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lorenzovan

Dom, 26/04/2020 - 17:23

25.000 dollari per orgnizzare i viaggi di ritorno...non per pagare OGNI TURISTA per andarsene...lololololol