Covid-19, dov'è la scorta di mascherine e ventilatori Ue?

Una scorta strategica di attrezzature mediche, tra cui ventilatori e mascherine protettive, per aiutare i paesi Ue nel contrasto al coronavirus. Ma l'Ue non sta dove stoccare il materiale, e si fa avanti l'Ungheria

Ormai anche gli europeisti più accaniti, a cominciare dall'ex premier Romano Prodi, si sono accorti che l'Unione europea fa davvero fatica, per usare un eufemismo, ad affrontare l'emergenza Covid-19. I cittadini di tutta Europa, in questa fase estremamente delicata e drammatica della nostra storia, si appellano alle istituzioni che sentono più vicine: i comuni, le regioni e, soprattutto, lo Stato, che in quest'emergenza sta dimostrando tutta la sua centralità. Con il Covid-19, nota James Pinkerton su the American Conservative, risorge il infatti Leviatano hobbesiano che l'iperglobalizzazione pensava di aver messo in disparte.

Del sogno di un'Europa unita è rimasto poco più che uno slogan. Come nota La Verità, tuttavia, la retorica dell'Europa che combatte unita sopravvive. A usare queste parole, in un'intervista rilasciata a Repubblica, la commissaria Ue alla Salute pubblica, Stella Kyriakides, la quale afferma: "Siamo in un momento critico per la cooperazione. Avrei preferito vedere più solidarietà e sostegno tra governi. Noi stiamo facendo il possibile anche attraverso Resceu, al quale abbiamo aumentato il budget di 80 milioni. Speriamo di veder arrivare i primi acquisti a inizio aprile". Ma che cos'è Resceu? Di fatto è un programma inserito all'interno del meccanismo di protezione civile dell'Unione europea al fine di migliorare la gestione comunitaria in caso di calamità e catastrofi. Pandemia compresa. Lo scorso 19 marzo, in ampio ritardo, la Commissione europea ha deciso di creare una scorta strategica di attrezzature mediche come ventilatori e maschere protettive per aiutare i paesi dell'Ue nel contesto della pandemia di Covid-19.

Il presidente Ursula von der Leyen ha dichiarato in merito: "Con la prima riserva europea comune comune di apparecchiature mediche di emergenza, abbiamo messo in atto la solidarietà dell'Ue. Beneficerà tutti i nostri Stati membri e tutti i nostri cittadini. Aiutarsi a vicenda è l'unica via percorribile". Janez Lenarčič, Commissario per la gestione delle crisi, ha poi aggiunto: "L'Ue si sta adoperando per ottenere più attrezzature per gli Stati membri. Stiamo istituendo una scorta di salvataggio dell'Ue per ottenere rapidamente le forniture necessarie per combattere il coronavirus. Sarà utilizzato per sostenere gli Stati membri che si trovano ad affrontare carenza di attrezzature utili per curare i pazienti infetti, proteggere gli operatori sanitari e aiutare a rallentare la diffusione del virus. Il nostro piano è di andare avanti senza indugio".

Come funziona in concreto Resceu? La scorta per far fronte all'emergenza coronavirus, spiega il sito della Commissione Ue, sarà ospitata da uno o più Stati membri. Il bilancio iniziale dell'UE per la scorta è di 50 milioni di euro, ora arrivato a 80 milioni di euro. Fin qui - a parte la risposta clamorosamente tardiva - tutto chiaro. Il problema, come spiega La Verità, è un altro e sta nella farraginosità del meccanismo europeo e nella sua burocrazia: tutt'altro che snella e veloce, in una fase storica nella quale essere rapidi ed efficaci è tutto. Come spiega Hungary Today, il governo di Budapest ha deciso di partecipare al programma Resceu, istituendo una struttura di stoccaggio e immagazzinando attrezzature mediche. Una procedura durata una decina di giorni che, in emergenze come queste, sono un'eternità. La scorta europa rischia di essere utile forse per la prossima pandemia, sperando che non arrivi mai.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

dagoleo

Mar, 31/03/2020 - 11:43

abbiamo dato in mano l'Europa ad incapaci e ci meravigliamo se fà acqua? questa era l'amichetta luterana della Anghelona piazzata sempre in vari ministeri senza mai combinare nulla di buono e da ultimo l'ha piazzata in Europa come Commissaria coi voti dei 5 stron. siamo a posto.

Nicola48ino

Mar, 31/03/2020 - 12:01

Io se fossi la commissario greca starei zitto. Dopo quella solidarietà che gli ha dato la ue e il fmi ci penserei due volte a parlare di solidarietà. Adesso strozzare i governi si chiama Solidarietà.

pasquino38

Mar, 31/03/2020 - 12:02

P.S. Lo stoccaggio facciamolo nel nord della Finlandia, così il materiale necessario potrà arrivare rapidamente dovunque!

LucaLiv

Mar, 31/03/2020 - 12:23

Buon giorno, queste notizie valgono oramai quanto il gossip sui calciatori, le loro mogli e sui partecipanti ai vari grande fratello, isole dei famosi e cialtronate simili. Abbiate l'accortezza di risparmiarcele. Anche i bambini di 6 anni hanno capito in che mani siamo. Incapaci, pressapochisti, pavidi, arroganti, raccomandati ma soprattutto senza dignità... Sicuramente avrò dimenticato qualche altra caratteristica doc!

timoty martin

Mar, 31/03/2020 - 12:30

UE non sa dove stoccare? vogliamo scherzare. Il vero problema è che non c'è nessuna volontà politica.

MorAz

Mar, 31/03/2020 - 12:41

Un Caos senza fine. Ritardi , indecisioni, interessi personali, interessi nazionali, burocrazia, sovrastrutture. Politici italiani e stranieri riciclati , mazzette, marchette. Questa è l'Unione europea. Un pachiderma che quando serve non c'è mai. Ma quanto ci costa. Chiudiamo questo baraccone e facciamola finita con questa enorme ipocrisia mondiale

PDA

Mar, 31/03/2020 - 12:53

X l'autore dell'articolo. Si deve precisare che la Sanità non é competenza comunitaria, quindi rimane in carico ai singoli stati membri.

Anticomunista75

Mar, 31/03/2020 - 13:13

le stanno conservando per le colorate risorse INPS, quando faranno ripartire il businness a pieno regime. E' surreale, per farci invadere da virgulti africani questi della UE pare che abbiano risorse illimitate, per curare e salvare vite degli italiani ed europei contagiati da questo virus, aspetta e spera...buon motivo per uscire al più presto da questo baraccone.

Iacobellig

Mar, 31/03/2020 - 13:18

L’ennesimo presidente incompetente e non all’altezza votato dal PD e dal M5S. Da non dimenticare!

maxfan74

Mar, 31/03/2020 - 13:38

Se si vuole un'Europa umana, la Germania deve uscire da essa.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 31/03/2020 - 13:40

chiedetelo a Erdogan lui lo sa il turco musulmano.

Surfer67

Mar, 31/03/2020 - 13:49

Non si dovrebbero stoccare ma distribuire. Oppure devono essere stoccate per olanda bruxelles e parassiti vari quando indispensabili?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 31/03/2020 - 13:57

Forse perché gli stati non gli hanno dato alcun potere in materia ...

lavieenrose

Mar, 31/03/2020 - 14:30

ma per piacere: le distribuiscano e basta, che bisogno c'è di stoccarle?

unosolo

Mar, 31/03/2020 - 14:56

quando si ha un governicchio succube alla UE queste sono le conseguenze , siamo entrati pagando e la nostra LIRA sottovalutata , le nostre produzioni sono sempre state ottime e garantite da sempre , eppure prendiamo calci sin dal primo esordio nella UE , oggi con due commissari rossi ,nostri, siamo le ciabatte della UE ,,,

Ritratto di FiliCudi

FiliCudi

Mar, 31/03/2020 - 14:59

Un aereo cargo della Luftwaffe carico di tonnellate di equipaggamenti medici, donati non dalla UE ma dal governo Merkel all'Italia, è atterrato a Malpensa circa 10 giorni fa. Vi siete forse dimenticati di dare la notizia? Lettura consigliata per i redattori de Il Giornale: "Indro Montanelli. Il coraggio di dare la notizia" di Gastone Geron. È di facile lettura, dedicato ai ragazzi delle medie, vi potrà sicuramente servire.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 31/03/2020 - 15:09

Avevo molti dubbi sulla UE, ma in questi ultimi giorni sono diventate certezze, NON ESISTE?

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 31/03/2020 - 15:10

NON ESISTE!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di FiliCudi

FiliCudi

Mar, 31/03/2020 - 15:10

Ah dimenticavo: quanti pazienti italiani gravissimi in terapia intensiva ha accolto il vostro nuovo idolo redentore Orban nei suoi ospedali ungheresi?

Calmapiatta

Mar, 31/03/2020 - 15:15

Per anni siamo rimasti impantanati tra chi berciava contro la UE e chi, invece, santificava le istituzioni europee. Come sempre, la politica italiana, invece di argomentare, ha preferito la facile via della polemica e degli schieramenti. O con me, o contro di me. Nella realtà, oggi, dobbiamo prendere atto del totale fallimento della UE e di chi la guida.

cgf

Mar, 31/03/2020 - 15:34

finita in Germania, Olanda e Lussemburgo, e non certo per la popolazioe, ancor meno i migranti, qualcuno ha dubbi?

Ilsabbatico

Mar, 31/03/2020 - 16:41

Quando sono giù di corda , in un momento di sadismo vado a rivedermi le interviste a Prodi ai tempi della nascita della UE.....povera Italia...

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 31/03/2020 - 16:59

Cosa vi aspettate dalla UE? è la UE che si aspetta da noi soldi e sudditanza, non l'avete ancora capito!?!?!?

Gio56

Mar, 31/03/2020 - 17:20

Caro FiliCudi,non è la merkel che ha mandato il carico in Italia,anzi lei aveva imposto uno stop alle frontiere,ma è stato il ministro della salute Spahn a sospendere il divieto di esportazione.Fosse per la Merkel se le sarebbe tenute(anche in vista della diffusione del virus). Comunque sui gioernali se ne parlato,forse le è sfuggiata la notizia.

Ritratto di FiliCudi

FiliCudi

Mar, 31/03/2020 - 19:11

Caro Gio56, è esattamente l'incontrario. Il ministro della salute Spahn aveva inizialmente bloccato gli export, conforme alle medesime decisioni prese da tutti gli altri governi europei, visto che un ministro della salute non è un benefattore dell'umanità ma responsabile innanzitutto della salute dei cittadini della nazione che rappresenta. Siccome la situazione in Italia prima, in Spagna poi è degenerata aggravandosi alquanto, la cattivissima Merkel ha annullato la decisione e ha dato il via libera alle esportazioni di equipaggiamenti medici. Nonostante in Germania ne manchino tuttora. Non solo, ha accolto diversi pazienti da Italia Alsazia Spagna nelle terapie intensive tedesche assumendosi cosi di logistica e di cura. Questi sono i fatti. Ciao