G20, tregua tra Cina e Usa, ma le tensioni tra le due potenze restano

L'incontro fra Trump e Xi ha portato a una tregua di 90 giorni nell'escalation sui dazi. I mercati asiatici brindano all'accordo. Ma i problemi non sono finiti e per ora la Cina ha comunque raggiunto i suoi obiettivi

G20, tregua tra Cina e Usa, ma le tensioni tra le due potenze restano

Cina e Stati Uniti firmano una tregua di 90 giorni nella guerra commerciale. Donald Trump e Xi Jinping, in un vertice a Buenos Aires al termine del G20, hanno raggiunto l'accordo. L'intesa raggiunta fra il presidente cinese e quello americano prevede nuovi negoziati da tenersi nel giro di tre mesi e che dovrebbero risolvere in via definitiva il contenzioso sullo squilibrio della bilancia commerciale. L'obiettivo di Xi era quello di evitare una pericolosa escalation nella guerra commerciale. L'obiettivo di Trump, invece, era quello di far rimuovere i dazi cinesi sulle auto americane. E per adesso, il risultato è stato conseguito.

"È stato un incontro sorprendente e produttivo, con possibilità illimitate tanto per gli Stati Uniti, quanto per la Cina", ha commentato il presidente Usa. L'accordo prevede che dal primo gennaio gli Stati Uniti manterranno al 10% i dazi su 250 miliardi di dollari di merci importate dalla Cina. In questo modo, Pechino ha ottenuto lo stop al rialzo al 25%. La Cina, dal canto suo, si è impegnata ad acquistare una quantità sostanziosa di "prodotti agricoli, energetici, industriali e di altro tipo" dagli Stati Uniti per ridurre lo squilibrio commerciale.

In attesa di capire gli effetti sul commercio, l'accordo fra Xi e Trump ha avuto già un esito sulle borse. I mercati asiatici hanno festeggiato l'intesa fra Pechino e Washington aprendo in maniera molto positiva. Il Nikkei giapponese avanza dell'1,25%, l'indice Composite di Shanghai sale del 2,29% a 2.647,38 punti, mentre quello di Shenzhen del 2,62%.

Ma adesso quello che conta è capire gli effetti sulla bilancia commerciale. E, come spiega Repubblica, la questione sembra complessa anche vedendo la diversa percezione avuta da parte americana e da parte cinese. La Casa Bianca a comunicato immediatamente che Pechino è disposta a aumentare le importazioni di prodotti americani subito e in maniera sostanziale. Da parte di Xi, c'è stata molta più sobrietà, anche perché i problemi strutturali fra i due Paesi come la questione della proprietà intellettuale e l'accesso al mercato cinese, non sono stati affrontati né risolti. Trump ha ottenuto una tregua: ma forse il vero vincitore è stato Xi.

Commenti