Attentato in India: bruciata una chiesa

Bruciata la chiesa di san Sebastiano a New Delhi. La diocesi parla di "attacco deliberato" e chiede maggior sicurezza

Attentato in India: bruciata una chiesa

Ieri, una delle più grandi chiese cattoliche di New Delhi, quella di san Sebastiano, è stata data alle fiamme. Le autorità, in un primo momento, hanno pensato che si fosse trattato di un incidente causato da un cortocircuito. Questa ipotesi, tuttavia, è stata smentita dal fatto che, dopo l'incendio, "l'impianto elettrico è rimasto intatto" e che nell'area circostante la chiesa si percepiva "un forte odore di cherosene".

Il portavoce della diocesi indiana, Savarimuthu Sankar, ha affermato che si è trattato senza dubbio di "un attacco deliberato: non sappiamo chi sia stato ma è stato ben pianificato".

A partire dallo scorso maggio, ovvero da quando la destra nazionalista indù ha vinto le elezioni legislative, gli attacchi alle comunità cristiane si sono moltiplicati, creando un clima di vera e propria persecuzione.

Oggi più di 1500 cristiani sono scesi in piazza per protestare contro la prepotenza indù.

Commenti