Francia, battesimi "gender free" per adeguarsi alle unioni omosex

Il vescovo di Langres ha indicato nuove direttive per praticare battesimi "gender free": via i termini "padre" e "madre" dai documenti ufficiali

In Francia il vescovo di Langres ha indicato le nuove direttive per praticare battesimi “gender free” così da adeguarsi alle unioni omosex senza offendere nessuno.

Secondo quanto riportato dal periodico transalpino Res Novae e ripreso dal quotidiano La Verità, il monsignor Joseph de Metz-Noblat, tra l'altro presidente del Consiglio per le questioni canoniche della Conferenza episcopale francese, lo scorso 13 dicembre ha indirizzato ai vescovi un nuovo formulario per adempiere gli atti battesimali.

I certificati che accompagneranno il rito citato dovranno essere “gender neutral”, cioè non potranno più riportare la dicitura di “padre” e “madre” per indicare i genitori del piccolo da battezzare. La nuova disposizione punta a far coincidere l'amministrazione ecclesiale con quella civile francese, che da tempo ha fatto sparire dai documenti ufficiali i pericolosissimi sostantivi di “padre” e “madre” in nome di termini più neutri, come “genitori” o “titolari della genitorialità” o “della paternalità”.

Ricordiamo inoltre che soltanto pochi mesi fa il parlamento francese ha varato una riforma del sistema educativo nazionale che non solo ha vietato al corpo docente l'utilizzo delle parole “padre” e “madre” - considerate obsolete – ma ha imposto la loro sostituzione con i termini “genitore1” e “genitore2”, i quali dovranno figurare anche sui documenti ufficiali delle istituzioni educative del Paese. Da cosa scaturisce tutta questa voglia di cambiamento? A quanto pare dall'esigenza di lottare contro l'omofobia e andare incontro alle diversità.

Il nuovo formulario dei battesimi

Tornando a Langres, De Metz-Noblat ha inviato il nuovo formulario dei battesimi agli altri vescovi e spiegato loro che “considerando la situazione sempre più complessa delle famiglie in Francia (chiaro il riferimento ai matrimonio gay legalizzati nel 2013 con tanto di adozione di minori) e il fatto che i bambini non sono responsabili della situazione dei genitori” è necessario modificare il linguaggio per evitare di incorrere in discriminazioni e ricorsi. La soluzione – prosegue De Metz-Noblat – è semplice. Basta fare “una semplice costatazione della situazione familiare, senza portare un giudizio morale”.

In altre parole nei formulari dei battesimi scompariranno tutti i riferimenti a “padre” e “madre” per lasciare spazio al “nome dei genitori o degli altri titolari dell'autorità parentale”. Certo, si tratta di piccoli dettagli ma pur sempre importanti per capire come sta cambiando la concezione della famiglia in un Paese come la Francia ma anche per osservare come la Chiesa e i cattolici siano costretti ad accettare ogni “novità” del “progresso” senza battere ciglio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Dom, 29/12/2019 - 11:25

Via la stirpe dei soros

venco

Dom, 29/12/2019 - 11:51

Satanici.

valerie1972

Dom, 29/12/2019 - 12:15

Gli articoli del Giornale sulle chiese cristiane serve sciocche della mafia arcobaleno suonano come: incredibile! Il cadavere x in Italia puzza di decomposizione! Incredibile, anche il cadavere y in Spagna in decomposizione! Scalpore e incredulità, un intero gruppo di cadaveri in Francia in putrefazione, si ignora il motivo per cui i cadaveri improvvisamente puzzano di marcio!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 29/12/2019 - 12:26

E pensare che basta poco per farli rinsavire: l'abrogazione dei patti lateranensi.

Totonno58

Dom, 29/12/2019 - 12:27

Mamma che choc!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 29/12/2019 - 12:29

Chi sarebbero, i figli dei gender, "GLI SxxxxxI"???

baronemanfredri...

Dom, 29/12/2019 - 12:43

VENDUTO E CAROGNA TRADITORE DI GESU' CRISTO E DELLE SACRE SCRITTURE.

Blueray

Dom, 29/12/2019 - 12:44

Direi che queste cose scatenano l'omofobia in chi non l'ha mai avuta, col piffero che attenuano quella esistente.

titina

Dom, 29/12/2019 - 12:46

Ma quando i bambini crescono non si accorgono che hanno due padri o due madri? Non è che in futuro obbligheranno i genitori etero a vestirsi tutti e due o entrambi o come uomini entrambi o entrambi come donne per evitare discriminazioni e traumi ai figli dei gay?

trasparente

Dom, 29/12/2019 - 13:12

E i mussulmani cosa ne pensano?

Valvo Vittorio

Dom, 29/12/2019 - 13:18

Si arricchiscono le conoscenze ed anche la struttura della famiglia. Tuttavia costruire una famiglia diventa sempre più arduo indipendentemente dalle pulsioni naturali! Un bambino appena nato ha bisogno di cibo e affetto, ma anche di persone consapevoli che lo accudiscano. I "genitori" non sempre corrispondono ai requisiti, ma per il bambino all'inizio il vero genitore dovrebbe essere la madre. Uno stato responsabile deve disciplinare la crescita de bambino. Una società perfetta non esiste! Tutto è perfettibile.

Popi46

Dom, 29/12/2019 - 13:56

Genitori omosessuali sono un ossimoro (se qualcuno conosce il significato), è possibile solo un “genitore” omo

honhil

Dom, 29/12/2019 - 14:05

Genitori uno e genitori due. L’umanità viene robotizzata in nome di una follia ideologica e i francesi, che con i progenitori che quel martedì del 14 luglio 1789 diedero l’assalto e presero la Bastiglia aprendo le porte alla Rivoluzione francese non hanno niente a che vedere, non aprano bocca. O se la aprano è per compiacere ancora di più i satrapi che li governano e li catechizzano.

Popi46

Dom, 29/12/2019 - 15:03

Mi sembra che sia nella preistoria,o giù di lì, il mito della Torre di Babele, mitica bolgia confusionale in cui le parole non trovavano riscontro in un concetto di riferimento universale. E mi sembra che sia stata anche elaborata una teoria della circolarità dell’esperienza umana. Bene, credo proprio che Babele sia un faro ormai all’orizzonte

newman

Dom, 29/12/2019 - 16:11

Presto la conferenza episcopale francese ci presenterá una edizione "politically correct" sia del Vecchio che del Nuovo Testamento, in cui le parole "padre" e "madre", obsolete secondo gli illuminatissimi francesi, saranno sostituite da genitore1 e genitore2. E allora le parole di Cristo in croce suoneranno cosí: "Genitore1, nelle Tue mani rimetto il mio spirito." O, parlando dalla croce al discepolo prediletto Giovanni e indicando il suo genitore2, Maria, dirá:"Ecco il tuo genitore2!" La chiesa cattolica francese, ormai in stato catatonico, sia coerente e lo faccia! E lo faccia presto, prima di essere registrata ufficialmente come cadavere. Il mondo, sottosopra per guerre, attentati e disastri ecologici, ha bisogno urgente di una bella risata liberatrice & rilassante!

newman

Dom, 29/12/2019 - 19:01

La chiesa cattolica un tempo era il baluardo contro tutte le fesserie dello Zeitgeist. Ora é diventata sua serva e gareggia con la burocrazia mondialista dell'Onu e dell'UE nella "gara degli imbecilli" per chi é primo a mettere in pratica i suoi dettami. Istituzione diventata inutile e rivoltante.