Floyd, Biden ora va all'attacco: "È l'ora della giustizia razziale"

Joe Biden parla in video al funerale di George Floyd. Per il candidato gli Stati Uniti devono lavorare in funzione della "giustizia razziale"

Floyd, Biden ora va all'attacco: "È l'ora della giustizia razziale"

L'ex vicepresidente ed ora candidato alla Casa Bianca Joe Biden è intervenuto poco fa, mentre negli Stati Uniti vengono celebrati i funerali di George Floyd.

Il vertice dei Dem ha dunque avuto la possibilità di parlare alle molte persone che hanno seguito l'evento, che ha assunto un'importanza internazionale. La morte del cittadino afroamericano ha quasi monopolizzato il dibattito nella politica americana, e non solo. L'urgenza individuata da Biden è quella della "giustizia razziale". Bisogna ottenere giustizia per Floyd. Altrimenti gli Stati Uniti saranno molto lontani da quello che dovrebbero essere con naturalezza. Questo è il succo dello speech odierno dell'esponente degli asinelli.

Il Black Lives Matter e le altre sigle che stanno manifestando in questi giorni accusano le istituzioni di promuovere un "razzismo sistemico". Una piaga che gli States non riescono a lasciarsi alle spalle. Joe Biden sembra aver raccolto l'appello, Nel caso vincesse, dunque, l'ex vice di Barack Obama interverrebbe nel senso dichiarato. L'avversario di Donald Trump ha detto la sua mediante un messaggio che è stato trasmesso in video. In questi giorni, Joe Biden si è posto in ascolto di coloro che hanno sollevato il problema. Quanto detto nel corso della serata odierna è in continuità con la linea promossa dall'ex vicepresidente nel corso di queste settimane.

Il democratico si è rivolto anche alla famiglia dell'uomo, che potrebbe essere stato ucciso dalla compressione esercitata da un poliziotto che è stato licenziato e che ora è accusato di omicidio, incoraggiando nello specifico la figlia di George Floyd: "So che hai molte domande, tesoro. Nessun bambino dovrebbe fare le domande che troppi bambini neri hanno dovuto fare per generazioni. Perché? Perché il papà se n'è andato?", ha detto il candidato, così come riportato dall'Adnkronos. Ma non è tutto.

L'obamiano ha anche sostenuto un'altra urgenza: gli Usa non possono far finta che un problema legato al razzismo non sussista. Biden ha anche posto un accento sugli "abusi sistematici" con cui gli Stati Uniti sono, dal suo punto di vista, ancora chiamati ad affrontare. Il fatto che il candidato intervenisse nel corso del funerale, per quanto a distanza, è balzato agli onori delle cronache durante il pomeriggio odierno. La notizia non ha destato troppa sorpresa. Il caso Floyd rischia di rappresentare uno spartiacque per la storia contemporanea americana, dunque anche per le elezioni presidenziali di novembre.

Nel frattempo dalla Casa Bianca arrivano notizie sul fatto che Donald Trump sia pronto a dare il via ad il tour elettorale in vista delle urne. Anche Biden dovrebbe tornare in campo tra le persone. La pandemia da Sars-Cov2 non ha per ora consentito che le reciproche campagne si svolgessero in maniera tradizionale. E il caso Floyd resterà al centro del dibattito politico statunitense anche nel prossimo futuro.

Commenti