Ghislaine Maxwell, chi è la "dama nera" complice delle violenze di Epstein (che imbarazza la regina)

È stata arrestata dopo un anno da fuggiasca, Ghislaine Maxwell. Ma chi è la misteriosa donna mondana britannica, che per anni ha coperto e aiutato Jeffrey Epstein negli abusi sulle minorenni?

Dopo un anno in fuga, la dama nera complice dei crimini di Jeffrey Epstein è stata arrestata. La cattura di Ghislaine Maxwell è avvenuto nella mattinata di giovedì 2 luglio nel New Hampshire, nella lussuosa dimora nei boschi, in cui la donna risiedeva. Ma chi è Ghislaine Maxwell e che ruolo ha avuto all’interno del giro di pedofilia di Jeffrey Epstein?

Chi è Ghislaine Maxwell?

Ultima di nove figli, la giovane Ghislaine nasce in Francia, ma cresce in Gran Bretagna con la famiglia. Perde la madre molto giovane e vive con il padre, il barone dell’editoria Robert Maxwell. Personaggio influente e molto ricco, Maxwell muore misteriosamente durante un’uscita con il suo yacht. Da questo momento la figlia, in gravi difficoltà a causa dei debiti del padre, vola nella Grande Mela. Qui, grazie alla sua scaltrezza e alle sue conoscenze nel jet-set internazionale, conosce Jeffrey Epstein. Siamo agli inizi degli anni '90 ed Epstein, benché già affermato nel mondo della finanza, non ha ancora concluso la scalata verso il successo che lo porterà a diventare uno dei più milionari più influenti d’America. Ghislaine lo introduce a diversi industriali e addirittura a membri della famiglia reale, come il principe Andrea di York.

In cambio Epstein permette a Ghislaine di vivere di nuovo una vita agiata, fatta di feste ed eventi sfarzosi. Ma i due hanno in comune molto di più di party e ville ai Caraibi. Epstein ha l’ossessione per le ragazze giovani e Ghislaine per accontentarlo inizierà ad adescare ragazze minorenni con l’inganno. Il giro di prostituzione minorile che i due mettono in piedi viene coperto per anni e i due vivono e abusano di decine di adolescenti. Nel 2005 il gioco perverso di Epstein subisce una battuta d’arresto, quando viene accusato di aver abusato di una ragazza di 14 anni. Dopo anni di investigazioni, l'uomo finisce dietro le sbarre nel 2008, per uscirne nel 2009. Soltanto nel luglio 2019 il milionario verrà arrestato per l’ultima volta e morirà in carcere ad agosto dello stesso anno. Da quel momento la Maxwell diventa una Primula Scarlatta e scompare dalla circolazione. A giugno fonti rivelano che la la donna si sarebbe nascosta a Parigi, nel lussuoso appartamento di un milionario. Nata in Francia ma di nazionalità britannica, la Maxwell possiede ben 3 passaporti, inglese francese e americano. Questo, al momento dell’arresto, è stato considerato un fattore di rischio dall’Fbi, per un'eventuale fuga della donna.

L'amicizia con Andrea di York

L’amicizia della Maxwell con il duca di York risale ai tempi dell’università. Sarà Ghislaine a presentare il figlio di Elisabetta a Jeffrey Epstein nel 1999. Ghislaine ed Epstein vengono invitati in diverse occasioni a ricevimenti ed eventi nelle tenute reali dei Windsor, come Sandringham e Windsor Castle. Ma Andrea e la Maxwell sono legati anche da un’altra figura, le cui illazioni fanno tremare il principe: Virginia Giuffre. La donna sostiene di essere stata “svenduta” al duca di York proprio dalla Maxwell. Una sera di marzo del 2001 Virginia, all’epoca 17enne viene portata all'esclusivo Tramp Club di Londra, dove conoscerà il principe reale e verrà costretta a fare sesso con lui a casa della Maxwell a Belgravia. A causa delle infamanti accuse, Andrea si è ritirato dalla vita pubblica, ma continua a negare di aver conosciuto la ragazza. Ora, l’arresto dell’amica Ghislaine potrebbe compromettere del tutto la sua posizione. Dagli Stati Uniti gli inquirenti chiedono da tempo la collaborazione del principe nelle indagini sul suo rapporto con Epstein, ma stando a fonti Usa, il terzogenito della regina non ha intenzione di cooperare.

I capi d'imputazione

Ma quali sono i capi d’imputazione a carico della Dark Lady del jet set internazionale? Ghislaine Maxwell è stata accusata di cospirazione nell’adescamento di minore a viaggiare a scopo sessuale, adescamento di minore per intrattenere rapporti sessuali, cospirazione nel trasporto di minore con l’intento di intrattenere rapporti sessuali, trasporto di minore per intrattenere rapporti sessuali. Audrey Strauss, della Procura distrettuale di New York, ha affermato ai microfoni dei reporter che la Maxwell “ha giocato un ruolo centrale nell’identificazione, nell’adescamento e nel fingersi amica delle vittime minorenni di Epstein”. Oltre ai 4 capi d’accusa sopracitati, la diabolica complice del magnate è accusata di spergiuro durante una deposizione nel 2016. L’accusa afferma che la Maxwell ha “mentito ripetutamente, quando le venivano chiesti chiarimenti riguardo alla sua condotta, inclusi i rapporti con i minori”. “Mentiva perché la verità era indescrivibile”, ha aggiunto la Strauss.

Come riportato dal Daily Mail, la lussuosa dimora nascosta nel verde del New Hampshire, in cui Ghislaine è stata arrestata, fu acquistata da un anonimo assistente della Maxwell 8 mesi fa, tramite un’agenzia immobiliare online. Per non essere riconosciuta, gli agenti immobiliari hanno rivelato che la Maxwell non ha voluto rivelare la sua identità, al momento della compravendita dell'immobile. “Mi dissero che non volevano che comparisse il suo nome”, riferisce l’agente.“Così ho pensato fosse una star del cinema", precisa. A incuriosire ulteriormente gli immobiliaristi fu la strana richiesta della Maxwell: “Voleva sapere se ci fossero aeree preposte al decollo e all’atterraggio, cosa che mi sembrò molto strana”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.