Violenze e pedofilia: arrestata la complice degli orrori di Epstein

Era in fuga dall'arresto del suo ex compagno, Jeffrey Epstein, ma ora la sua corsa è finita. Nella mattinata di giovedì 2 luglio Ghislaine Maxwell è stata arrestata dall'Fbi, con l'accusa di aver partecipato al traffico di prostituzione minorile portato avanti da Epstein

Ghislaine Maxwell, la donna che per anni fu complice di Jeffrey Epstein nel traffico di minorenni, è stata arrestata. A riportarlo è il il sito NBC News, citando due fonti anonime che avrebbero fatto trapelare la notizia. La Maxwell è stata presa in custodia dall’Fbi la mattina di giovedì 2 luglio, mentre si trovava nella località di Bedford, in New Hampshire, con l’accusa di cospirazione nel traffico di prostituzione portato avanti da Epstein e di aver abusato lei stessa delle ragazze.

La donna, figlia dell'editore britannico Robert Maxwell, conobbe Jeffrey Epstein nei primi anni 90 e diventa la sua compagna, tuttofare e “adescatrice di minorenni”. Il suo nome è apparso nella causa intentata da una delle vittime di Epstein, Virginia Giuffre. La 36anne ha accusato la Maxwell di averla adescata quando aveva solo 17 anni, con la falsa promessa di un lavoro da massaggiatrice. In realtà la giovane venne introdotta dalla diabolica Ghislaine nella rete sessuale di Jeffrey Epstein, che negli anni ha abusato di decine di minorenni, alcune di appena 14 anni. “Schiava sessuale” di Epstein, così si definì la Giuffre, che ha accusato la complice del magnate di averla “svenduta” tra gli altri, anche al principe Andrea. Virginia e il principe di casa Windsor avrebbero avuto vari rapporti intimi, il primo dei quali quando la ragazza era minorenne.

Cresciuta nei migliori ambienti internazionali, Ghislaine Maxwell procurava ragazze giovanissime al suo ex compagno, ma non solo, tramite le sue conoscenze altolocate, lo introdusse a personaggi del jet set internazionale, come Andrea di York, suo intimo amico. Epstein e la Maxwell vivono la loro vita nel lusso della dimore del magnate, tra Palm Beach, i Caraibi, Parigi e New York. Ma nonostante la rete di prostituzione che hanno messo in piedi, riescono sempre a farla franca. Entrambi scaltri, coperti da amicizie influenti, riescono a mantenere segrete le loro perversioni, finché le vittime non iniziano a farsi avanti.

Oltre a Virginia Giuffre, altre ragazze hanno accusato pubblicamente Ghislaine Maxwell di averle adescate e addirittura di aver abusato di loro. Il teatrino dell’orrore dei due moderni Bonnie e Clyde termina quando Jeffrey Epstein viene arrestato nel luglio scorso. Ghislaine fa perdere le sue tracce, finché fonti non affermano che di recente la donna si sarebbe trovata a Parigi, nascosta in un lussuoso appartamento a pochi minuti da quello in Avenue Foch di Epstein. Ghislaine Maxwell è attesa oggi stesso in un tribunale federale del New Hampshire per rispondere delle accuse a suo carico.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

gianf54

Gio, 02/07/2020 - 18:11

Ogni tanto...una buona notizia...

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 02/07/2020 - 19:13

Meno male che era a Parigi...