Giallo in Amazzonia: scomparsi giornalista del Guardian e un ricercatore

Misteri e saccheggi tra la fitta vegetazione al confine con il Perù. Un inglese e un brasiliano sono spariti nel nulla dopo aver condotto delle indagini sui popoli indigeni: "Avevano già ricevuto delle minacce"

Giallo in Amazzonia: scomparsi giornalista del Guardian e un ricercatore

Dom Phillips, 57enne collaboratore del Guardian, e Bruno Araujo Pereira, esperto di studi sui popoli indigeni, si trovavano nella regione di Javari, una zona remota dell'Amazzonia quando sono stati dichiarati scomparsi. I due stavano conducendo delle ricerche sul campo per salvaguardare la popolazione, la fauna e la flora dagli attacchi esterni. Il "polmone del mondo" è infatti un bersaglio da anni.

Le minacce

Come sostiene l’Unione dei popoli indigeni della Vale do Javari, Phillips e Araújo Pereira avevano già ricevuto delle minacce. Gli autori e il movente delle intimidazioni restano ancora tutte da definire. Di sicuro, però, soprattutto l'inglese conosceva bene il pericolo in cui si stava addentrando. "Sapevano che era un posto pericoloso — ha dichiarato al Guardian la sorella del giornalista — ma Dom credeva davvero che fosse possibile salvaguardare la natura e le popolazioni indigene. Siamo preoccupati per lui ed esortiamo le autorità brasiliane a fare tutto il possibile per mettersi sulle sue tracce. Il tempo ora è fondamentale".

Il giornalista, infatti, era in viaggio con Bruno Araújo Pereira, un ex funzionario del governo incaricato di proteggere alcune specifiche tribù del Brasile che da tempo vengono minacciate da taglialegna e minatori che cercano di invadere le loro terre. "Sotto il governo Jair Bolsonaro (Presidente del Brasile dal 1º gennaio 2019) la pressione è aumentata ancora di più perché gli invasori si sono sentiti rafforzati e sono diventati più aggressivi", ha dichiarato Beto Marubo, un importante leader indigeno della regione che conosce entrambi gli uomini scomparsi. L'uomo ha poi affermato che "bande sistematicamente organizzate" di minatori e cacciatori illegali continuano a "saccheggiare" le foreste e i fiumi della zona amazzonica nella più assoluta impunità.

Proprio in quelle zone Phillips avrebbe dovuto intervistare gli indigeni locali per avere informazioni in più da scrivere sul suo libro sull'ambiente con il supporto della Fondazione Alicia Patterson.

Le ricerche dei due scomparsi

Un portavoce del quotidiano britannico ha dichiarato: “Il Guardian è molto preoccupato e sta cercando urgentemente informazioni su dove si trovi e sulle condizioni del signor Phillips. Siamo in contatto con l'ambasciata britannica in Brasile e le autorità locali e nazionali per cercare di stabilire i fatti il ​​prima possibile".

La valle di Javari è molto difficile da raggiungere ed è abitata da tribù, tra le quali una ventina completamente isolate. Secondo il quotidiano brasiliano O Globo due pescatori sono stati arrestati nella notte tra lunedì e martedì, tra i quali uno che doveva incontrare Phillips e Araujo Pereira.

Commenti