Giovane mamma uccide con 21 coltellate il figlio di un anno

Il piccolo non voleva smettere di piangere. La donna sembra avesse problemi con il marito

Giovane mamma uccide con 21 coltellate il figlio di un anno

Una giovane mamma di 21 anni, Maria Sinitskaya, ha ucciso il suo bambino di un anno con 21 coltellate. Il piccolo, come lei ha detto alla polizia, non voleva smettere di piangere e questo avrebbe scatenato la sua furia omicida. E’ stata arrestata e ora è in attesa di un esame psichiatrico. L’omicidio è accaduto in Russia, nella località rurale di Lorino, nel centro sud del Paese. Sono state 21 le coltellate inferte al piccolo corpicino, quattro al collo e ben diciassette allo stomaco. La mamma non ha avuto pietà per il suo bambino, Kirill. Alcune voci parlano di crisi con il marito, il 26enne Dmitry Sinitsky.

Dopo aver colpito il bimbo, la donna ha chiamato il marito al lavoro per spiegargli cosa era successo. Quando la polizia è arrivata nell’abitazione ha trovato il corpo di Kirill in una pozza di sangue e Maria seduta accanto, anche lei coperta di sangue. Il portavoce della polizia, Vladimir Shyshkov ha detto che la madre è stata al momento arrestata, mentre le investigazioni stanno proseguendo all’interno della casa dove è avvenuto l’omicidio. Presto Maria verrà sottoposta a un esame psichiatrico per cercare di capire cosa ha portato a un simile gesto. Non si esclude la possibilità di una depressione post parto. Il portavoce ha poi aggiunto che qualora la donna venisse considerata sana di mente, sarà probabilmente condannata a 20 anni di reclusione.

Commenti