Hillary Clinton ovvero la Boldrini americana

La candidata alle presidenziali americane gioca le carte dell'immigrazione e degli omosessuali per ottenere la vittoria

Hillary Clinton ovvero la Boldrini americana

Candidata alle prossime presidenziali americane, Hillary Clinton rappresenta la versione americana di Laura Boldrini. Con il presidente della Camera italiano, la Clinton condivide l'impostazione omofila.

Come fa notare Luigi Amicone su Tempi, "nel 2011, da segretario di Stato americano, Hillary Clinton obbligò Lady Gaga a scendere in Italia per portare all’Europride gay un messaggio di 'amore e uguaglianza'. Così la Lady venne ai Fori imperiali e alla presenza dell’ambasciatore americano Thorne propagandò il verbo lgbt al milione di folla capitolina". E, in maniera diversa, è quello che la Boldrini fa: diffonde l'ideologia gender in ogni occasione.

E poi c'è il grande capitolo immigrazione. Come nota Michele Zurleni su Panorama, la partita delle presidenziali si giocherà sul campo dell'immigrazione e la Clinton, "di fronte a un platea di giovani immigrati non regolarizzati alla Rancho High School di Las Vegas, ha fatto un'impegnativa promessa. Ha detto che se diventerà presidente non solo continuerà la politica di sanatoria degli illegali adottata da di Barack Obama, ma anzi, l'espanderà". Vi ricorda qualcuno? Se state pensando al presidente della Camera siete sulla buona strada.

Commenti