ilGiornale.it al fianco del Libano

Una raccolta fondi per aiutare un popolo colpito da anni di guerre. E messo in ginocchio dall'esplosione del porto di Beirut

Forse, le pagine più drammatiche della storia mediorientale sono state scritte in Libano. Una nazione martoriata, come l'ha definita il grande inviato dell'Independent Robert Fisk. Tutto è iniziato nel 1948, con quella che gli arabi chiamano nakba, ovvero l'esodo palestinese in seguito alla nascita dello Stato di Israele. Gli arabi si diressero a nord, verso il Libano appunto, ad est verso la Siria e a sud verso la Giordania. Ma fu il Paese dei cedri ad essere maggiormente destabilizzato da questo evento storico. Non solo per il grande numero di profughi che si riversò nei suoi confini, ma anche perché poi, Yasser Arafat, il leader dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, si traferì in Libano insieme ai quadri del movimento, scatenando la preoccupazione di Israele e pure dei cristiani che temevano che questo movimento potesse in qualche modo alterare i fragili equilibri politici e religiosi del Paese. E fu così.

Nel 1975, infatti, la tensione aumentò. In seguito a un attentato contro Pierre Gemayel, leader delle Falangi, iniziò la guerra civile. Beirut, spaccata in due, viene martoriata da entrambe le parti. Dopo sette anni di massacri, Israele interviene, costringendfo l'Olp di Arafat a rifugiarsi in Tunisia. Il conflitto fratricida, però, andò avanti fino al 1990. Quindici anni lunghissimi, dai quali il paese uscì faticosamente. Venne poi la guerra del 2006 tra Israele ed Hezboollah, dove la parte meridionale del Paese divenne macerie.

Pochi anni di pace e di relativa calma. Negli ultimi tempi, infatti, quella che veniva chiamata la Svizzera del Medio Oriente è stata investita da una nuova ondata di migranti, questa volta siriani. Li accolse nello stesso modo in cui fece con i palestinesi: con generosità. La crisi economica e politica, accompagnata da corruzione crescente, hanno però piegato il Libano. L'esplosione del 4 agosto scorso ha fatto il resto, facendo crollare, insieme alla gran parte dei palazzi della capitale, anche il briciolo di speranza che era rimasto ai libanesi.

Ma a volte bisogna sperare contro ogni speranza. Per questo, ilGiornale.it ha deciso, insieme a PiccoleNote, di lanciare una raccolta fondi per aiutare il popolo libanese attraverso monsignor Charles Georges Mrad, vicario patriarcale dell’eparchia di Beirut dei siro cattolici:

LB17007500000001140A72559800

Causale: L'Italia per il Libano
Nome del titolare: Charles Georges Mrad
Nome della banca: Bank of Beirut
Indirizzo: Bob - Palais de Justice Branch
SWIFT: BABELBBE

Oppure, con la stessa causale, si può inviare a:

VA35001000000048616001
Nome del titolare: Chiesa S. Maria in Campo Marzio
Conto: 48616001
BIC: IOPRVAVX o IOPRVAVXXXX

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

obiettore

Mar, 11/08/2020 - 15:18

Al fianco della Siria di Assad, MAI

oracolodidelfo

Mer, 12/08/2020 - 19:43

Illustrissimi, i 6 milioni di italiani in povertà assoluta dei quali 1,9 sono bambini.....hanno più bisogno di Beirut (capitale della Svizzera del M.Oriente!) Suvvia!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 13/08/2020 - 12:25

Oracolodidelfo Hai perfettamente RAGIONE !!!

oracolodidelfo

Gio, 13/08/2020 - 13:26

OraBasta 12,25 - queste Onlus, queste associazioni benefiche (salvo poche e lodevoli eccezioni) nascono come i funghi al solo scopo di crearsi un posto di lavoro e stipendio assicurato grazie alle improvvide donazioni di persone di buon cure che non si immaginano cosa c'è dietro! Perchè mai dovrei fare donazioni ad un numero di telefono? Buoni sì...scemi no!

MammaCeccoMiTocca

Dom, 16/08/2020 - 11:04

E non lamentatevi perché se il PD resta al governo tra qualche mese voi dovrete difendervi con i sassi e loro vi attaccheranno con le pistole.

MammaCeccoMiTocca

Dom, 16/08/2020 - 11:07

@oracolodielfo... Puoi fare un elenco delle poche e lodevoli eccezioni? Mai conosciuta una.

oracolodidelfo

Dom, 16/08/2020 - 16:28

MammaCeccoMiTocca - Che dire delle martellanti pubblcità che imperversano in TV che invitano a donare per quella "bambina che a 11 mesi non stava in piedi e spostava le sue gambe con le mani"...."del sorriso di *** che non è in grado di bere, mangiare, ecc. da sola"...con tanto di filmati che mostrano in bellavista i bambini per i quali donare? Ma non è proibito mostrare in TV immagini di minorenni non opportunamente oscurate?

ex d.c.

Lun, 17/08/2020 - 16:51

Acvogliere profughi pericolosi per la stabilità del Paese è un errore da pagare a caro prezzo

Lucmar

Mer, 19/08/2020 - 12:20

È il destino degli italiani: salvare il mondo. Ci adoperassimo una volta, per risolvere i nostri, di problemi!

arieccomi

Gio, 20/08/2020 - 10:23

Credo che anche Amatrice abbia bisogno di noi. Per chi non lo sapesse amatrice è in Italia.

andy15

Gio, 20/08/2020 - 16:24

Chi se ne importa di Beirut!? Lasciamo che siano i finanziatori delle varie parti in lotta a dividersi il costo della ricostruzione. Noi abbiamo problemi ben piu' gravi, e per di piu' stanno tentando di proibirci di andare alle urne.

oracolodidelfo

Ven, 21/08/2020 - 17:02

Non ho visto alcun giornale libanese organizzare una raccolta fondi, ad esempio, per aiutare i terremotati del Centro Italia, annientati da un evento naturale mentre Beirut è stata colpita da un evento causato da "umani" scellerati......I potentissimi, ricchissimi e sciagurati "Signori della Guerra libanesi", provvedano a ricostruire ciò che con le loro lotte di potere hanno distrutto, anche se non potranno mai ridare la vita ai deceduti. Vergogna!

giovanni235

Ven, 21/08/2020 - 17:02

Sarà solo un GRANDE DOLORE in più (falso) per Francesco.E la cosa finisce li.

giovanni235

Ven, 21/08/2020 - 17:07

Perchè non risolvere la questione una volta per sempre??? Metà basilica di San Pietro ai cristiani (la metà sinistra) per le preghiere della domenica,l'altra metà ai musulmani per la preghiera del venerdi.E la pace è fatta.Scommettiamo che questa idea l'ha già in testa l'argentino????

oracolodidelfo

Ven, 21/08/2020 - 17:34

giovanni235 17,07 - è in errore. L'argentino ha già in testa di cedere ai muslims sia la metà dx che la sx (ovviamente a titolo gratuito).

fjrt1

Dom, 23/08/2020 - 12:56

E il sindaco di Palermo sta zitto? Ho sentito Leoluca Orlando, qualche giorno fa, esprimere tutto il suo apprezzamento per il ritorno nel Mediterraneo di una ong.

zena40

Mar, 25/08/2020 - 11:50

NO, non dono perché già siamo sinistrati, nessuno dona per i nostri bisognosi, per i terremotati in più ci mandano i migranti e l'Europa ce li lascia qui per poi darci addosso con il PIL. Basta, ormai siamo un popolo di indigenti, non ci resta che andare in Africa a sostituire i migranti.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/08/2020 - 16:26

Personalmente sono dubbioso. Non credo all’incidente. Qualcuno ha sbagliato, forse andando oltre il voluto.

Massimo Bernieri

Mer, 26/08/2020 - 14:29

Versare IVA mensilmente potrebbe avere una logica perchè a fine mese sai quanta I.V.A ha incassato e quanta"spesa" e calcoli la differenza che se è positiva la versi ma per imposte le entrate non sono costanti e l'acconto di novembre si fa in funzione di quello pagato anno prima o sapendo più o meno come sta andando l'anno in corso e il saldo dopo aver fatto il "bilancio"anno precedente ma pagare ogni mese sull'anno precedente mi pare follia anche perchè se poi pagherai di più in quanto tempo avrai i soldi versati in più?All'estero come sono i pagamenti imposte per partite I.V.A. ?

ex d.c.

Mer, 26/08/2020 - 18:54

Briatore è uno dei pochissimi imprenditori coraggiosi che non hanno paura di dichiarare quanto tutti pensano ma non dicono

elfo2011

Gio, 27/08/2020 - 11:49

Il problema VERO sono i sindacati!! Basta!! O gli insegnatnti si fanno i tamponi/test e lavorano OPPURE che stiano a casa NON PAGATI. Basta, genitori RIBELLIAMOCI!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 28/08/2020 - 16:17

@oracolodidelfo, saranno più di 100 anni che chiedono soldi per i bambini africani. Eppure sono ancora lì, con i bambini in primo piano scheletrici. Ma vogliamo parlare di tutte le scuole e gli ospedali che i nostri hanno costruito? Per no parlare dei pozzi d'acqua. L'Africa è come il Meridione è un'altra Cassa del Mezzogiorno, praticamente una storia infinita. Ho perso le speranze. Non vogliono capirla,magari fa parte della loro cultura, mettere incinte continuamente le donne.

killkoms

Dom, 30/08/2020 - 13:09

@do UT Des,il problema non lo risolveranno mai poiché le loro politiche fanno solo aumentare il numero degli affamati!

zadina

Mar, 01/09/2020 - 10:43

Sono in semplicissimo cittadino non conosco le leggi del mare, non so se è vero se una donna partorisce a bordo di una nave il nascituro diventa automaticamente cittadino della bandiera che batte la stessa nave se esiste questa legge del mare ed è praticabile lo stessa legge dovrebbe essere applicata quando le navi vanno a prendere clandestini e li trasbordano dai loro gommoni sulla propria nave, i clandestini che va a soccorrere li dovrebbe portare nel territorio che batte la propria bandiera, e non scaricarli nei porti più vicini e comodi, come stanno facendo è favoreggiamento di ingresso di clandestini, l'opinione di un semplice cittadino che ama la sua nazione.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 03/09/2020 - 11:12

@killoms.. mi scuso mi intrometto. ma non vedo affamati.- vedo baldanzosi giovani.. benestanti attratti dal nuovo Paradiso sulla terra che la sinistra pro-immigrati gli proietta in varie forme. pure io.. magari pure lei.. se le dicessero che esiste il Paradiso sulla TERRA.. un pensierino lo farebbe. o nò?

rugoso

Sab, 05/09/2020 - 12:03

Per favore!!!! Bastaaaa con questi articoli. Bisogna solo tornare alla normalita'. Non se ne puo' piu e se guardiamo bene non e' servito a nulla.

Fjr

Dom, 06/09/2020 - 12:13

Ossignore un’altro detentore della verità assoluta,ma chi vi ascolta più!!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 09/09/2020 - 11:34

Premesso che personalmente sarei per il NO, il SI riporterà una vittoria schiacciante

istituto

Mer, 09/09/2020 - 15:54

In un paese normale non sarebbe stato consentito l'ingresso ad una signora come questa che non ha i requisiti per l'ingresso in Italia. Ma siamo in Italia ed in Toscana dove il comune toscano si inventa un lavoro ( negato a chissa quanti italiani) pur di fare RIMANERE la irregore in Italia. Questa è la Sinistra italiana in tutta Italia. Chi voterà alle prossime elezioni regionali di settembre si dia una regolata

Happy1937

Gio, 10/09/2020 - 13:43

Capisco, ma preferirei una raccolta a favore di tutti gli italiani che rischiano di morir di fame, penalizzati da un governo che non si occupa di loro e pensa solo a favorire i clandestini.

Otaner

Gio, 10/09/2020 - 19:27

Auguri illustre Cavaliere, torni presto fra noi ancora più forte perchè, a mio parere, lei mi appare essere l'unico muomo che attraverso il mondo del lavoro possa contribuire a migliorare le condizioni di vita di tutto il popolo italiano.Forza Cavalire, con profondo rispetto, mi permetto di augurargli anche tanti auguri di ogni bene. Renato Sacchelli

flip

Ven, 11/09/2020 - 11:29

anche l'ITALIA ha bisogno di me e di te..........

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 11/09/2020 - 14:26

Patenti facili nel Nord Italia,Dopo quasi un anno di intercettazioni i carabinieri di Seregno e Sesto San Giovanni hanno arrestato più di un centinaio di persone,tra funzionari della Motorizzazione e titolari di autoscuole.Il Quotidiano Repubblica parla di 136 indagatiL’accusa è quella di associazione per delinquere,corruzione e falso in atto pubblico.questa gente si faceva pagare dalle 2500euro alle 4 mila euro per “aiutare” alcuni candidati a prendere la patente:si trattava soprattutto di candidati stranieri che non conoscevano l’italiano obbligati come sappiamo a fare l’esame al computer come tutti gli altri.per loro c’era l’esame orale e dunque in qualche modo,anche non conoscendo la lingua,il trucco più vecchio del secolo,fare l’esame al posto di qualcun altro.In barba alle telecamere obbligatorie per legge nelle sedi degli esami,c’era chi entrava nelle aule e digitava le risposte dei quiz al posto dei candidati. i patani lavorano solo in quantità industriale

Santorredisantarosa

Ven, 11/09/2020 - 17:04

W L'ITALIA LA MIA ITALIA QUELLA DEI VERI ITALIANI PATRIOTI

Maura S.

Dom, 13/09/2020 - 11:03

Un bene. allora, via tutti gli africani e nordafricani dall'Italia, chiudiamo tutti i porti e se l'ONU o la UE insistonoo che trovino una soluzione oppure a casa loro. E anche di troppo quello che paghiamo. In quanto ai packistani e vari, considerando che noi siamo rassisti e fassisti, che vadano in un altro paese. Ecco quanto!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 13/09/2020 - 12:56

In Libano vi sono i contingenti ONU che operano per "portare in porto" la situazione sociale di quel Paese ... sono passati decenni ... ma la sfiga non passerà mai visti gli attori che continuano a fare le solite manfrine incuranti del "palco" che si sta sempre più sprofondando.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 13/09/2020 - 13:03

Il Libano era coperto di cedri ... ora sempre più aggredito dalle attività dell'uomo diventa una landa assolata e in desertificazione ... dove troveranno il legname per fare le casse da morto?