Iran, agenti sotto copertura attivi negli Usa ed in Europa

"Queste forze proteggeranno il regime e contrasteranno potenziali complotti contro la Repubblica islamica dell'Iran"

Iran, agenti sotto copertura attivi negli Usa ed in Europa

“Il Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica presto infiltrerà i propri soldati d’élite negli Stati Uniti ed in Europa. Sotto la direzione del leader supremo Ali Khamenei, queste forze proteggeranno il regime e contrasteranno potenziali complotti contro la Repubblica islamica dell'Iran”.

E’ quanto ha dichiarato il generale Salar Abnoush della Guardia della rivoluzione islamica all’agenzia semi-ufficiale dell’Iran, Tasnim

“Il mondo intero deve sapere che il Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica presto sarà negli Stati Uniti ed in Europa. La difesa del Velayat (Guida Suprema) non ha confini e limiti”.

Nonostante l’accordo sul nucleare ed i miliardi di dollari in contanti sbloccati, l'Iran accusa gli Stati Uniti di violare le disposizioni siglate e di non agevolare la Repubblica islamica per l’accesso alle banche internazionali ed altri mercati.

“I nostri nemici hanno diversi progetti per distruggere la nostra rivoluzione islamica. Hanno condotto tre guerre contro di noi, ma sono stati sempre sconfitti: si sono arresi e hanno accettato di negoziare. Adesso tutti i nostri problemi sono stati risolti ed il nostro paese sta diventando più forte in tutti i fronti. Alcuni ritengono che la Santa Difesa si sia conclusa: si sbagliano. La Santa Difesa continua”.

Non è la prima volta che l’Iran minaccia ritorsioni contro gli Stati Uniti ed i loro alleati, ma la retorica utilizzata è particolarmente aggressiva nel menzionare le infiltrazioni militari all’estero. L’obiettivo degli agenti sotto copertura resta ignoto.

L’amministrazione Obama continua ad affermare che nuove sanzioni sarebbero inutili perché sono già in atto gli strumenti per bloccare l'espansione iraniana.

Il Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica

Creata dopo la rivoluzione del 1979 per proteggere il regime appena fondato, è senza dubbio la più potente istituzione dell’Iran. Negli anni ha combattuto diverse insurrezioni ed ha avuto un ruolo determinante nella guerra contro l’Iraq. Queste esperienze hanno contribuito a trasformare l'IRGC (Iran's Islamic Revolutionary Guard Corps) nel nucleo della sicurezza nazionale iraniana e della politica estera. Attualmente, l'IRGC comprende circa 125.000 membri e continua a trarre la sua legittimità dal leader supremo Ayatollah Ali Khamenei, che mantiene massima autorità nella politica iraniana. Tutti i generali dell'IRGC sono nominati da Khamenei che ha preteso anche la rotazione costante degli alti dirigenti del Corpo. Negli ultimi decenni l'IRGC ha ulteriormente ampliato la sua influenza svolgendo operazioni di intelligence in territorio straniero. L'IRGC si considera legittimo erede della rivoluzione e salvatore della repubblica. Alcuni dirigenti del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica sono stati più volte raggiunti da sanzioni dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti poiché accusati di aver svolto attività connesse con il programma nucleare iraniano, sostenuto il terrorismo e commesso gravi violazioni dei diritti umani.

Commenti