Iran, bimba in sposa a un 22enne: il tribunale annulla il matrimonio

Dopo la pubblicazione del video della "festa" online è intervenuto il tribunale: unione annullata. Indagati i genitori della ragazzina, il chierico e il promesso sposo

Iran, bimba in sposa a un 22enne: il tribunale annulla il matrimonio

È il video di una festa, di una giornata felice con amici e parenti. Urla, applausi, risate. Ma sullo sfondo c'è una bambina che non pare divertirsi, anzi. Sembra in lacrime, con le mani che si coprono il volto. Seduto, accanto a lei, un uomo: il suo promesso sposo. Lei ha 11 anni ed è vestita da cerimonia con un velo bianco sui capelli neri. Lui invece di anni ne ha 22.

È questo video, come spiega Repubblica, a riportare alla luce il problema delle spose bambine in Iran. Il filmato della "festa", che qualche amico ha deciso di pubblicare in rete, ha scatenato forti polemiche tanto da costringere il tribunale della provincia in cui è svolta la cerimonia, ad intervenire e annullare l'unione.

"Si sono uniti per conoscersi, ma il matrimonio vero e proprio si sarebbe celebrato solo tra sei anni", ha spiegato Hassan Negin Taji, procuratore provinciale. "Tuttavia - ha continuato - ci siamo resi conto che la bambina è ancora poco consapevole. Abbiamo annullato il matrimonio cosicché possano sposarsi a tempo debito, dopo aver ottenuto l'autorizzazione da un tribunale".

Ma la storia non è finita così. Il 22enne promesso sposo, il chierico e i genitori della bambina dovranno presentarsi davanti ai giudici. Tutti rischiano una condanna da sei mesi a sei anni di carcere. Nei guai è finita anche la persona che ha pubblicato il video su Internet, denunciata dalla famiglia della sposa.

Le spose bambine

In Iran, le ragazze possono sposarsi a partire dai 13 anni, mentre gli uomini dai 15. Il tribunale però può abbassare, di caso in caso, l'età dei giovani sposi. E così, secondo le ultime statistiche diffuse dall'Iran National Organization for Civil Registration, da marzo 2013 a marzo 2017 le spose con meno di 10 anni sono state 1.007. Oltre 190mila quelle più piccole di 14 anni.

Commenti