Iran, l'avvocata per i diritti umani Nasrin Sotoudeh condannata a 33 anni di carcere e 148 frustate

Teheran condanna l'avvocata per i diritti umani a una pena durissima. La donna, già nel carcere di Evin per aver difeso alcune donne pubblicamente, era già stata arrestata nel 2011. Per Amnesty International si tratta di una punizione "scioccante"

In carcere ci finì già nel 2011 e in quella circostanza scontò tre anni. Ma la condanna di oggi emessa contro di lei è di 33 anni di reclusione e 148 frustate. Contro l'avvocata iraniana Nasrin Sotoudeh, che dal 13 giugno è rinchiusa nel carcere di Evin, noto per essere uno dei peggiori penitenziari del Paese, le accuse sono di propaganda contro il sistema, incontri ai danni della sicurezza nazionale, partecipazione al movimento contro la pena di morte, incitamento alle donne a togliersi il velo e ad azioni immorali. Era stata processata in contumacia, a Teheran, lo scorso 30 dicembre. Prima di essere arrestata si era occupata dei casi di alcune cittadine finite in manette per essersi tolte il velo pubblicamente.

Il nuovo verdetto e la sua storia

A denunciare il verdetto, su Facebook, Reza Khandan, marito della donna che, in Iran e nel mondo, è tra i più noti legali a difesa dei diritti umani. Ha 55 anni e difende, da sempre, attivisti, minoranze etniche e religiose (come curdi e baha'i), manifestanti e persino minorenni già condannati a morte. Un anno fa si era esposta sostenendo le "ragazze di via Rivoluzione", giovani donne che hanno scelto di togliere il velo sventolandolo come una bandiera. All'Europa, che nel 2012 le assegnò il premio Sakharov, chiese, nell'ultima intervista concessa al Corriere della Sera, di intervenire per aiutare i giovani manifestanti arrestati in Iran e, in quell'occasione, si era preoccupata anche dei colleghi avvocati condannati a lunghe pene detentive.

Per Amnesty il caso è "scioccante"

Sul caso interviene anche Amnesty International che ha definito il caso una "vergognosa ingiustizia" e la condanna "scioccante, persino per un Paese come l'Iran, abituato a reprimere il dissenso". E aggiunge: "L'organizzazione Iran Human Rights, che negli ultimi due anni ha notato un aumento preoccupante degli arresti di difensore dei diritti umani, la interpreta come il segnale più chiaro che il regime intende mettere a tacere completamente la società civile". Secondo Mahmood Amiry-Moghaddam, dell'organizzazione, non è un caso che sia stato nominato capo della magistratura Ebrahim Raisi che, nel 1988, fu uno dei membri della cosiddetta "Commissione della morte", responsabile delle esecuzioni di migliaia di prigionieri politici. "Il regime è in difficoltà", spiega, "dal 2017 ci sono state proteste quasi quotidiane di gruppi diversi, lavoratori, insegnanti, le ragazze contro il velo. Per sopravvivere tenta la repressione più dura".

L'appello e la condanna

"Nasrin Sotoudeh dev'essere rilasciata immediatamente e senza alcuna condizione e questa oscena sentenza dev'essere subito annullata", ha dichiarato Philip Luther, direttore delle ricerche sul Medio Oriente e sull'Africa del Nord di Amnesty Internazional. Che ha poi aggiunto: "Sotoudeh ha dedicato tutta la vita a difendere i diritti delle donne e a chiedere l'abolizione della pena di morte: è semplicemente oltraggioso che le autorità iraniane la puniscano per questo. Il verdetto di colpevolezza e la condanna di oggi confermano la reputazione dell'Iran come crudele oppressore dei diritti delle donne. I governi che hanno influenza sull'Iran dovrebbero chiedere il suo rilascio. La Comunità Internazionale, in particolare l'Unione europea, dovrebbe prendere pubblicamente una posizione forte contro questa vergognosa condanna e intervenire urgentemente per assicurare il rilascio immediato e incondizionato della detenuta".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cir

Mar, 12/03/2019 - 18:04

avete finito di racconta cavolate ???

Happy1937

Mar, 12/03/2019 - 18:05

Questa è la civiltà islamica tanto cara al Gran Mufti`di Piazza San Pietro.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Mar, 12/03/2019 - 18:07

Ditelo a quella NULLITA' ASSOLUTA della Mogherini di alzare la voce con l'Iran. Visto che si è così tanto prodigata per salvare l'accordo sul nucleare dopo la sacrosanta uscita degli USA, sicuramente le daranno ascolto. La cosa divertente in questa triste vicenda, è che i rottami viventi del PD che sono coinvolti (Lady Nullità Mogherini in primis), NON riescono a fare tesoro dell'esperienza e trattare gli iraniani per ciò che sono: dei banditi.

seccatissimo

Mar, 12/03/2019 - 18:25

Roba da matti ! Se la notizia non è falsa vuol dire che le autorità iraniane sono fetenti all'inverosimile !

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Mar, 12/03/2019 - 18:30

Non preoccupiamoci, tanto i loro costumi diventeranno i nostri (boldrina dixit). Pero' fatico a credere che loro siano piu' avanti di noi.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 12/03/2019 - 18:41

Amnesty International non fatecela più neppure sentire. Per favore. Sappiamo benissimo di come quello che dice sia improntata a un chiaro spalleggiamento politico, basterebbe andarsi a rileggere quello che ha scritto sulla Siria... E la tizia se ha preso 33 anni non si lamenti: è avvocato, e la legislazione vigente nel suo Paese la conosce perfettamente. Anche a me piacerebbe formarmi un harem, ma qui non è permesso e se non voglio andare in galera non lo posso fare; se proprio ci tengo, me ne vado in qualche Paese arabo. E così lei: i suoi predicozzi a favore di una visione della vita sociale che piace a lei li avrebbe dovuti fare da un Paese dove questo non è reato.

baronemanfredri...

Mar, 12/03/2019 - 19:11

BOLDRINI FEMEM FEMMINISTE DELLA MxxxxxA ITALIANE DOVE SIETE?

Yossi0

Mar, 12/03/2019 - 19:27

E vero quanto incredibile come un gruppo di impostori, sedicenti uomini di Dio con il supporto di un libro ormai anacronistico ed nterpretato alla lettera sono riusciti ad impiccare migliaia di giovani e oppositori e a distruggere la civiltà di un paese come l’Iran.

wrights

Mar, 12/03/2019 - 19:27

Non c'è scritto per quale reato è stata condannata a 33 anni!

sparviero51

Mar, 12/03/2019 - 19:28

GENTILE SIGNORA PAVESI, SE E' TANTO ENTUSIASTA DELLA DECLINAZIONE AL FEMMINILE BOLDRINESCA SCRIVA SU ALTRE TESTATE !!!

perilanhalimi

Mar, 12/03/2019 - 19:32

peccato che le femministe non dicano mai niente , per loro e per gli omosessuali guai parlare male di in paese islamico, e specialmente dell` Iran che e` il paese che piu` odia Israele ! Il politically correct e` stato inventato per proteggere l` islam ; e` in peccato che omosesuali e femministe facciano finta di non capirlo per rispettare la loro collocazione ideological a sinistra!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 12/03/2019 - 19:39

L’onu non manda gli ispettori?

cgf

Mar, 12/03/2019 - 20:18

non avremo certamente delle Laure, delle Cecilie o delle Asia che faranno sentire la loro voce, neppure un gemito. Gli 'amici' non si tradiscono.

nemo profeta

Mar, 12/03/2019 - 23:54

Scrivere inesattezze sull'Iran (per non parlare di falsità) riportando le bufale propinate da fonti affatto veritiere, non rende un buon servizio al giornalismo obiettivo.

Klotz1960

Mer, 13/03/2019 - 01:10

Per carita' non voglio certo difendere gli Iraniani ma le pene corporali sono generalmente sospese e bisognerebbe sapere su che basi e' stata condannata. In ogni caso in Arabia Saudita queste condanne sono cose di tutti i giorni e guarda che caso nessuno in Occidente si lamenta.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 13/03/2019 - 09:33

Nel mondo ci sono civiltà troppo differenti. E il sovraffollamento continua, con depauperazione delle risorse. Difficile evitare un futuro scontro. Mi spiace. Anche se tutto finisce, lo si potrebbe almeno migliorare per quel poco che dura.