Iraq, ucciso in un raid aereo il regista dei video dell'Isis

Secondo fonti irachene, Abu Samra sarebbe morto ad Anbar in seguito ad un raid aereo. Con lui anche il "documentarista" dell'Isis Abu Osama al-Amriky

Iraq, ucciso in un raid aereo il regista dei video dell'Isis

Dietro ai mostruosi video dell'Isis si nascondeva la mano di Abu Mohammed al-Souri, il regista dello Stato islamico e noto tra gli jihadisti con il nome di Abu Samra. Ora, come rilevano fonti del governo di Baghdad, Samra è stato ucciso, assieme a decine di terroristi, in un raid "mirato" dell'aviazione irachena. Tra i morti ci sarebbe anche Abu Osama al-Amriky, di nazionalità americana e presentato come il "documentarista" dell'Isis.

Samra, come sottolineano fonti dell'Fbi, ha ottenuto una laurea in tecnologia informatica a Boston "ed è stato impiegato presso una società di telecomunicazioni".

Nato in Francia nel 1981, Abu Samra aveva cittadinanza siriana ed americana. Fino al 2004 ha condotto una vita normale, poi è volato in Iraq per combattere contro l'esercito Usa. Nel 2006 ha rischiato di essere arrestato dall'Fbi, ma è riuscito a scappare in Siria dove si è poi affiancato ai terroristi dello Stato islamico.

Tag

Commenti