Kanye West spiazza tutti: "Mi candido per la Casa Bianca"

Il rapper Kanye West nel giorno della festa dell'Indipendenza degli Stati Uniti, ha spiazzato i navigatori del web con un annuncio: "sono in corsa per diventare presidente degli Stati Uniti"

Con un tweet che ha sorpreso tutti, Kanye West ha annunciato la sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti. Il rapper aveva già affermato di volersi un giorno candidare, l’ultima volta a novembre 2019, quando disse di voler correre per le presidenziali 2024. L’annuncio di West è arrivato il 4 luglio, il giorno della festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti. “Ora dobbiamo realizzare la promessa dell’America, fidandoci di Dio, unificando la nostra visione e costruendo il nostro futuro. Sono in corsa per diventare Presidente degli Stati Uniti!”.

Kanye West non è nuovo ad annunci politici. Già nel 2018 aveva espresso il suo sostegno al presidente Donald Trump sempre su Twitter, con un bizzarro post, tanto che i fan avevano temuto per la sua sanità mentale. Subito dopo aveva fatto visita al presidente alla Casa Bianca, spiazzando i reporter con un discorso sul multiverso e sulla sua condizione di bipolare, derivata dal privazione di sonno. Ora con questo annuncio, i fan si sono divisi: c’è chi pensa sia una strategia di marketing per promuovere una nuova linea di abbigliamento, e chi è convinto sia una trovata per dare sostegno al presidente Trump. Di sicuro il rapper, un sostenitore certo lo ha: si tratta di Elon Musk, che ha risposto al suo tweet dandogli pieno appoggio. “Hai il mio pieno sostegno!”, ha commentato il fondatore di Tesla.

Ma cosa ne pensano i navigatori del web della sorprendente uscita del cantante? “È uno stratagemma per far rileggere Trump”, scrive un’utente. E sembra che molti la pensino come lei. “Non lasciatevi ingannare da Kanye. Sta deliberatamente cercando appoggiare Trump come terzo candidato. Prenderà i voti dei neri che andrebbero a Biden”, afferma convinta un’altra sostenitrice di Joe Biden. A quanto pare Kanye sembra entusiasta del suo annuncio choc ed è molto probabile che Musk gli abbia espresso il suo sostegno, in quanto in passato anch’egli si era detto a favore di Trump. Ma cosa ne pensa la moglie Kim Kardashian? La star dei reality americani per ora ha mantenuto un profilo basso, limitandosi a condividere il tweet del marito, accompagnato dalla bandiera degli Stati Uniti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

steacanessa

Dom, 05/07/2020 - 13:27

Poveri usa!

Nerone2

Dom, 05/07/2020 - 14:50

Ottima mossa elettorale. Togliera' un Gran numero di voti afroamericani destinati a Biden e Trump verra rieletto

DIAPASON

Dom, 05/07/2020 - 15:56

se ti andrà male, puoi sempre tentare con il ghana

buonaparte

Dom, 05/07/2020 - 16:37

è stato lui non i democratici a dare i 2 milioni ai figli di floyd per gli studi.. i media americani lo hanno sempre nascosto parlando di raccolta fondi in generale.. il motivo è che questo rapper è vicino trump..

Calmapiatta

Lun, 06/07/2020 - 12:10

L'ipocrisia del mondo occidentale è allo stesso tempo risibile e perniciosa. Un uomo di colore muore, ucciso dalla polizia, in un paese democratico dove la legge viene rispettata, sospinge milioni di persone alla protesta. Milioni di uomini, donne e bambini di colore muoiono, giornalmente, in esito alla politica di spoliazione sistematica che l'occidente conduce in Africa...ma nessuno protesta.

Scirocco

Lun, 06/07/2020 - 12:11

Allora se vince questo tizio, a me totalmente sconosciuto, coloreranno la Casa Bianca di nero come hanno fatto con la Mercedes. E' di moda il nero quest'anno.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 06/07/2020 - 14:17

Il nulla. Non c'è nulla, dietro. Caligola, che nominò senatore il proprio cavallo Incitatus, aveva più fantasia.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 06/07/2020 - 18:34

Caro Calmapiatta, tu hai ragione. Comunque è da una ottantina d'anni che la cosa è nota, e Stalin la esplicitò in modo crudele, ma sincero: "La morte di un uomo è una tragedia, la morte di un milione di uomini è una statistica"

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/07/2020 - 18:50

Se c'è riuscito quel premio Nobel di Obama, perché non dovrebbe potercela fare anche questa testa di rapper.