L'Egitto vuole bandire il velo integrale islamico

Progetto a sorpresa del governo egiziano: si studia un divieto di indossare il velo integrale nei luoghi pubblici. La parlamentare e giurista Amna Nosseir: "L'islam non ne prescrive l'uso"

L'Egitto vuole bandire il velo integrale islamico

L'ultimo Paese in cui potrebbe scattare il divieto di indossare il burqa in pubblico è l'Egitto.

Avete letto bene: il parlamento egiziano starebbe studiando un disegno di legge per mettere al bando il velo integrale nei luoghi pubblici e nei palazzi istituzionali. La misura approvata dal Cairo, spiega il quotidiano britannico The Indepedent, ha il supporto della parlamentare ed accademica Amna Nosseir, secondo cui l'islam non avrebbe mai imposto la velatura integrale delle donne.

"La religione islamica non prescrive il velo - spiega la Nosseir, che insegna giurisprudenza comparata all'università Al-Azhar - Si tratta di una tradizione di origini ebraiche che esisteva nella penisola islamica prima dell'avvento dell'islam e che è sconsigliata da diversi passaggi del Corano. Il libro sacro dei musulmani richiede un abbigliamento sobrio e la copertura dei capelli, ma non del viso".

In Egitto, dove la grande maggioranza della popolazione è di religione musulmana, l'uso del velo integrale nei luoghi pubblici ha subìto alcune restrizioni negli ultimi anni: l'Università del Cairo lo ha vietato a medici e infermiere e lo stesso diktat è scattato anche per i dipendenti dello staff accademico.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti