"Terrorismo di matrice islamista". L'orrore sul parlamentare inglese

Sir David Amess è stato ucciso da un 25enne di origini somale, già segnalato dall'MI5 in un database che contiene i cittadini a rischio radicalizzazione

L'omicidio del parlamentare inglese è "terrorismo di matrice islamica"

È terrorismo. L'omicidio del parlamentare inglese Sir David Amess è un "atto terroristico" con "motivazioni potenzialmente legate all'estremismo di matrice islamica". La conferma arriva dalle prime indagini, scattate subito dopo l'accoltellamento. L'assassino è un 25enne britannico di origini somale, che dopo aver colpito il membro della Camera dei Comuni in una chiesa dell'Essex (65 chilometri a est di Londra), è rimasto sulla scena del crimine, a pochi metri dalla vittima e dal coltello con cui ha sferrato i fendenti letali. Di fatto, non ha neppure tentato la fuga e si è consegnato alle forze dell'ordine.

Il Guardian rivela che i dettagli emersi sul giovane arrestato corrispondono a quelli di una persona presente nel database del "Prevent Scheme", un programma governativo che sorveglia i soggetti ritenuti a rischio di radicalizzazione. Gli inquirenti, che in questo momento stanno operando fianco a fianco all'MI5 (il servizio segreto per la sicurezza e il controspionaggio del Regno Unito) credono che l'uomo abbia agito da solo, perciò non sono in corso ricerche su possibili complici.

L'omicidio è avvenuto ieri, 15 ottobre, attorno alle 13.00 italiane. Sir Amess, 69 anni, stava partecipando ad una "constituency surgery": si tratta di una serie di incontri, tipici della politica inglese, che gli eletti ai Comuni tengono regolarmente con gli elettori del proprio collegio elettorale. Questi incontri vengono annunciati in anticipo, dunque l'assassino ha probabilmente avuto modo di pianificare con precisione l'attacco omicida. Il 25enne ha colpito Amess con diverse coltellate. I soccorsi sono stati rapidi ma inutili: i paramedici hanno tentato di rianimarlo, ma Amess è morto sul pavimento della chiesa.

Il primo ministro Boris Johnson, che al momento dell'omicidio si trovava a Bristol, è rientrato immediatamente a Londra e ha convocato una riunione di governo d'urgenza. Questa mattina, l'inquilino del numero 10 di Downing Street si è recato nel paesino dov'è avvenuto l'attacco per rendere l'ultimo saluto a "uno tra i più buoni e gentili tra i politici che conosco". "Abbiamo perduto un pubblico servitore, un collega e amico amato. Un pensiero va alla moglie e ai figli", ha dichiarato Johnson poco dopo aver deposto - affiancato dal leader laburista Keith Starmer - un mazzo di fiori all'ingresso della chiesa. Intanto, il ministro dell'Interno Priti Patel ha ordinato ai responsabili della sicurezza dei parlamentari di implementare le misure, visto che fino a oggi i membri del Parlamento inglese non sono scortati quando si trovano fuori dal Palazzo di Westminster.

Sir David Amess fu eletto ai Comuni nel 1983. Euroscettico e per questo favorevole alla Brexit, non ha mai ricoperto incarichi di governo, ma si è sempre battuto per la causa animalista. Il suo omicidio è avvenuto a cinque anni da quello della parlamentare laburista Jo Cox, uccisa a pochi giorni dal referendum sulla Brexit da un estremista di destra. Nel 2010, un altro parlamentare laburista, Stephen Timms, era sopravvissuto all'aggresione di un uomo che aveva tentato di accoltellarlo durante un evento simile a quello cui stava partecipando Amess quando è stato ucciso.

Commenti