Fisco, l'Ue invita le multinazionali ma la maggioranza risponde picche

Molte delle società hanno declinato la richiesta di Bruxelles. Netta la risposta dei parlamentari: "Hanno qualcosa da perdere a essere trasparenti?"

Fisco, l'Ue invita le multinazionali ma la maggioranza risponde picche

Un invito a comparire in commissione Fisco, per discutere di un tema delicatissimo come le tasse. Un invito a cui, però, in molti hanno detto di no. Non ha avuto molto successo la convocazione delle multinazionali all'Unione Europea, se è vero che l'unica ad accettare di mettere in programma un'auzione è stata la Total.

Gli altri, cortesemente, hanno declinato l'invito. Lo ha fatto la Fca, ma pure Google, McDonald's, Ikea, Amazon, Hsbc e AB In-Bev. Infine ci sono quelli che ancora non hanno dato una risposta. Nomi non da poco come Facebook, la divisione britannica di Amazon, Bnp Paribas, Coca Cola, Barclays, Walt Disney e Sse.

Stupito Alain Lamassour, presidente della commissione, che ha commentato: "In questo modo si potrebbe pensare che abbiano da perdere a essere trasparenti". Netto anche il parere di Elisa Ferreira, portoghese in forza ai socialisti: "Il rifiuto delle multinazionali a partecipare alle audizioni va preso sul serio, soprattutto per quanto riguarda i cittadini europei sovraccaricati dalle tasse spesso schivate dalle grandi società".