Morte Castro, gli esuli cubani fanno festa

L’opposizione cubana in esilio in Florida ha festeggiato la morte di Fidel Castro con centinaia di persone che nel cuore della notte sono scese in strada a Little Havana

Morte Castro, gli esuli cubani fanno festa

L’opposizione cubana in esilio in Florida ha festeggiato la morte di Fidel Castro con centinaia di persone che nel cuore della notte sono scese in strada a Little Havana, a Miami, urlando "Cuba libre" e "El viejo muriò", il vecchio è morto. Se ne è andato "un tiranno" ma questo "non significa il ritorno alla libertà per il popolo cubano", ha avvertito però Ramon Raul Sanchez, leader di Movimiento Democracia, che come molti altri attivisti in Florida è stato svegliato dalla comunicazione della notizia. "È la tristezza più grande che ho nel mio cuore", ha aggiunto.

"Vorrei poter dire che con la morte del tiranno il popolo ritrova la libertà", ha spiegato Sanchez, ma nel caso di Cuba "non è così perchè i Castro hanno preparato molto bene la successione" con il passaggio dei poteri da Fidel al fratello Raul. Per l’esponente dell’opposizione in esilio, Fidel Castro è un simbolo del terrore che con i suoi quasi 60 anni di potere lascia un’eredità di "paura, prigioni, dolore, il dramma dei ’balseros’" fuggiti via mare verso gli Stati Uniti.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento