Morto lo studente Usa rilasciato da Pyongyang

Otto Warmbier, lo studente americano di 22 anni arrestato dalle autorità Nord Coreane e poi rilasciato alcuni giorni fa, è morto

Morto lo studente Usa rilasciato da Pyongyang

Otto Warmbier, lo studente americano di 22 anni arrestato dalle autorità Nord Coreane e poi rilasciato alcuni giorni fa, è morto. Ne dà notizia la Bbc. La conferma della morte di Warmbier è arrivata dalla famiglia. Il giovane, arrestato all’aeroporto di Pyongyang a gennaio del 2016 con l’accusa di avere rubato un poster di propaganda, era stato rilasciato martedì scorso ed era tornato a casa, in Ohio, in condizioni di salute gravissime e in stato di coma. Il regime Nord Coreano lo aveva condannato a 15 anni di lavori forzati prima di decidere di rilasciarlo una settimana fa. "Non mostra segni di comprensione della lingua, rispondendo ai comandi verbali, o consapevolezza dell’ambiente circostante", aveva spiegato il dottor Daniel Kanter, direttore medico dell’unità intensiva di neuroscienze dell’Università di Cincinnati subito dopo il rilascio.

Le

autorità coreane sostengono che Warmbier è finito in coma per aver ingerito una pillola per favorire il sonno dopo un attacco di botulismo. Ma i medici Usa hanno precisato che nel suo corpo non ci sono tracce di botulino.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica