Mondo

Spari nella metro di New York: caccia all'uomo con la maschera antigas

Diverse persone sono rimaste ferite in seguito a una sparatoria avvenuta in una stazione della metropolitana a Brooklyn e New York. Il sospettato indossava una maschera antigas e un gilet arancione

Spari e sangue nella metro di New York: caccia all'uomo con la maschera antigas

Attimi di panico e tanta paura nella metropolitana di New York, alla stazione di Sunset Park a Brooklyn. Diverse persone sono rimaste ferite nella mattinata locale, durante l'ora di punta, a causa di una sparatoria. Lo hanno riportato i Vigili del fuoco della città citati da diversi media locali.

Cosa è successo a New York

Le notizie sono ancora convulse. Dalle prime indiscrezioni sarebbero almeno 16 i feriti, anche se non conosciamo le loro condizioni di salute. I media mostrano diverse persone sanguinanti a terra, mentre altre immagini ritraggono cittadini insanguinati sulla banchina e i soccorsi in arrivo. Le foto mostrano anche lunghe scie di sangue sul pavimento della stazione proprio di fronte a un vagone della metropolitana fermo. Secondo Cnbc, nel momento in cui la sparatoria è iniziata alcuni feriti si sono lanciati in un treno che stava passando per scappare. In un primo momento Associated Press e Reuters avevano parlato del ritrovamento di diversi ordigni inesplosi. La polizia di New York ha invece sottolineato che non ci sono "ordigni esplosivi attivi". Le autorità hanno invitato a stare alla larga dell'aera e chiesto a tutti a condividere informazioni.

In via precauzionale a New York sono stati dispiegati agenti antiterrorismo, anche se ci sono ancora diversi pezzi del puzzle fuori posto. Il caos è iniziato poco prima delle 8:30 alla stazione della 25th St. a Sunset Park. Quando le porte si sono chiuse, un uomo ha lanciato diversi fumogeni contro un vagone e ha cominciato a sparare, hanno riferito fonti della polizia di New York. Quando il treno ha raggiunto la fermata 36th St., le porte si sono aperte e chi era a bordo ferito è crollato sul marciapiede, tra il panico delle persone in attesa. La sparatoria sarebbe dunque avvenuta all'interno di un vagone.

Caccia al sospettato

Alcuni media locali affermano che il sospettato della sparatoria nella metropolitana di New York era vestito come un dipendente della Metropolitan Transportation Authority e che il travestimento gli avrebbe così consentito di mimetizzarsi fra la folla e scappare. Il New York Times sostiene, non a caso, che la polizia sta dando la caccia ad un uomo che indossava una maschera antigas e un gilet arancione usato nei cantieri edili. Decine di auto della polizia sono sul posto. Tutti i treni della linea D, R e N diretti in zona sono stati bloccati, ed è in corso la caccia allo sparatore.

"Ho pensato che fosse un lavoratore del Mta all'inizio e non ho prestato grande attenzione", ha raccontato al New York Post Clair, una testimone, che ha descritto l'uomo autore della sparatoria come un "afroamericano di alto circa 1,65 e sui 77 kg che indossava un gilet arancione ed una maschera antigas" che ha lanciato "una sorta di cilindro che ha fatto una scintilla". La donna ha detto che l'uomo ha sparato così tanti colpi "da aver perso il conto, erano tanti, non so dire quanti".

"La situazione è in via di svluppo, sono stata aggiornata e sto seguendo da vicino. I primi soccorritori sono sul posto e continueremo a lavorare per fornire aggiornamenti mentre l'indagine continua", ha scritto su Twitter la governatrice dello stato di New York, Kathy Hochul. "Chiediamo ai newyorkesi di tenersi alla larga da quest'area per la loro sicurezza", è invece l'appello che ha lanciato Fabien Levy, il portavoce del sindaco Eric Adams.

Commenti