Un nuovo accordo di pace con le Farc fa sperare la Colombia

All'Avana una seconda intesa raggiunta tra il governo e la guerriglia comunista

Un nuovo accordo di pace con le Farc fa sperare la Colombia

È un nuovo accordo e una nuova chance per la pace in Colombia, dopo il fallimento della prima intesa, decredetato dal "no" espresso dai cittadini al referendum che poneva le basi per una riconciliazione con i guerriglieri delle Farc.

Arriva dall'Avana, ancora una volta, la notizia che un'intesa è stata raggiunta, dopo quaranta giorni di grande incertezza, durante i quali sembravano destinati al fallimento anni di negoziati a Cuba, fino al nuovo annuncio.

"In tutta umiltà, voglio riconoscere che questo nuovo accordo è un accordo migliore", ha detto il presidente Juan Manuel Santos, a cui il fronte del "no" aveva fatto capire che nella prima stretta di mano con la guerriglia comunista delle Farc c'erano troppe concessioni perché la Colombia potesse accettarla.

Non è ancora chiaro in che modo l'intesa raggiunta sia diversa rispetto a quella precedente. Quello che è certo, lo assicura il capo negoziatore cubano, Humberto de la Calle, è che "risolve molte criticità". Con la speranza che questa volta tenga, dando il via a un periodo di pace dopo mezzo secolo di morte e dolore.

Commenti