Nuovo video impazza su Tiktok: una "ceretta facciale"

Tiktok non ha ancora rimosso i clip, affermando che questi, essendo realizzati da un barbiere professionista, non violano le linee-guida aziendali

Un nuovo video impazza sul social Tiktok e sta registrando, giorno dopo giorno, sempre più visualizzazioni e apprezzamenti, pur avendo un contenuto controverso e dall’alto rischio di emulazione: una “ceretta facciale”. Il clip in questione immortala infatti un barbiere intento a praticare tale doloroso trattamento ad alcune persone e sta diventando ormai virale su tutte le piattaforme digitali. Anche se la ripresa incriminata non costituisce una vera e propria sfida (challenge) per gli utenti di Tiktok, ha comunque già suscitato grande preoccupazione, per il fatto che molti internauti potrebbero decidere di imitare il pericoloso gesto compiuto da quel barbiere davanti agli obiettivi delle videocamere.

Nel dettaglio, l’ideatore-protagonista dei clip che stanno impazzando attualmente sui social è un barbiere olandese che si fa chiamare Kapsalon Freedom. Nelle immagini da lui girate, sempre più diffuse su Internet, si vede questi che sparge sul volto di alcune persone una cera calda di colore verde, che va a coprire integralmente orecchie, occhi, bocca, naso. Una volta applicata, la rimuove come se fosse una maschera, con un deciso strappo. In alcune immagini realizzate sempre da Kapsalon si vede la cera entrare addirittura nei padiglioni auricolari e nelle narici, venendo quindi estratta da queste ultime grazie ad alcuni cotton fioc e tirandola via con forza. A seguire l’attività sul web del barbiere sono ben 900mila internauti, che provvedono puntualmente a inondare di apprezzamenti e commenti i clip regolarmente pubblicati da Kapsalon.

La ceretta facciale integrale praticata da quest’ultimo e immortalata in quei video è però, a detta dei dermatologi, un’attività estremamente rischiosa e, di conseguenza, la scelta di pubblicizzarla e ostentarla potrebbe indurre molti a imitare quella stessa controversa attività. A scendere direttamente in campo contro i contenuti Tiktok incriminati è stata quindi l’associazione ufficiale dei dermatologi britannici, che ha appunto preso le distanze dal trattamento praticato da Kapsalon tuonando: “Non è consigliabile tentare di cerare naso od orecchie”. Ad avviso degli esperti, una ceretta fatta sul viso, oltre a danneggiare parti sensibili del corpo, rischia di “ostruire le vie respiratorie”. Nonostante gli avvertimenti della scienza, il barbiere citato continua a farsi immortalare mentre pratica quella ceretta anomala sostenendo che la stessa avrebbe “grossi benefici” per le persone. Da parte sua, il social Tiktok, nonostante stia venendo sollecitato da alcuni utenti a rimuovere i clip perché pericolosi, risponde rimarcando che i video pubblicati da Kapsalon non violano le linee-guida aziendali sui contenuti violenti, in quanto nei filmati in questione si vede all’opera un “professionista abilitato”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mar, 23/02/2021 - 10:28

Questo scandaloso Social cinese dovrebbe essere bannato. Che fa la commissione Segre, un'attività che assomiglia al suo nome?

roberto67

Mar, 23/02/2021 - 11:13

Questi filmati hanno un ruolo sociale positivo in quanto accelerano la selezione naturale della specie. Per gli emulatori si tratta della giusta conseguenza.

Scirocco

Mar, 23/02/2021 - 13:43

Possibile che non ci sia un modo per chiudere una volta per tutte questo TIKTOK in tutto il mondo? E' proprio vero che dalla Cina arriva solo spazzatura, prodotti scadenti ed ora anche decerebrati che hanno generato questo disastro che purtroppo coinvolge bambini e ragazzini, che non essendo controllati in modo serio dalle famiglie, rischiano di fare una brutta fine emulando idiozie come quella delle foto.