Ora in America vogliono abbattere anche il monumento a Balbo

Dopo Charlottesville la città torna a chiedere che sia rimossa la colonna fascista

Ora in America vogliono abbattere anche il monumento a Balbo

Continua la polemica e non si ferma alle statue dedicate agli uomini che combatterono la Guerra di secessione dalla parte degli Stati del Sud. In America nell'occhio del ciclone ora c'è anche un monumento al gerarca fascista Italo Balbo, donato alla città di Chicago nel 1933.

Da allora il piedistallo con la colonna romana fa bella mostra di sé nella città dell'Illinois, ma sulla scia degli scontri di Charlottesville, dove una donna ha perso la vita dopo essere stata travolta da un'automobile in quello che la polizia ha definito un "attacco premeditato", portato a termine dal 20enne James Alex Fields Jr, i consiglieri comunali di Chicago hanno iniziato a valutare l'ipotesi di eliminarlo.

Il monumento a Balbo donato da Mussolini potrebbe ora essere tolto dal parco pubblico lungo le sponde del Michigan e così potrebbe sparire anche Balbo Drive, la strada che un tempo era la "Settima" e che prese il suo nome attuale dopo che il ministro dell'Aviazione dell'Italia fascista condusse uno squadrone di 24 aerei in un volo transatlantico che arrivò proprio a Chicago.

La questione del monumento e del nome della strada, tornata ora alla ribalta, era già stata discussa alla fine della Seconda guerra mondiale, scrive il Corriere della Sera. A chiedere la rimozione, della colonna portata da Ostia e di tutti i riferimenti al fascismo, fu allora l'ambasciatore italiano Alberto Tarchiani.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti