Orrore a Rio de Janeiro: cadavere nell'auto bruciata. "È l'ambasciatore greco"

L'ambasciatore Kyriakos Amiridis era scomparso dal 26 dicembre. Trovata bruciata l'auto che aveva noleggiato. All'interno il cadavere carbonizzato

Orrore a Rio de Janeiro: cadavere nell'auto bruciata. "È l'ambasciatore greco"

Dell'ambasciatore greco in Brasile, Kyriakos Amiridis, si erano perse le tracce il 26 dicembre. L'auto che aveva noleggiato per la vacanza a Rio de Janeiro è stata trovata completamente bruciata. All'interno un cadavere che la polizia ritiene possa essere quello del diplomatico. Sono già stati disposti gli esami autoptici per verificare l'identità.

La vettura era stata abbandonata sotto a un viadotto dell'Arco Metropolitanmo, all'ingresso di Nova Iguacu, uno dei tanti municipi satelliti di Rio de janeiro. Il 59enne Amiridis era arrivato a Rio il 21 dicembre per trattenervisi fino al 9 gennaio prima di rientrare alla propria sede di Brasilia. Era stata la moglie del diplomatico, padre di una bambina, a dare l'allarme dopo che l'ambasciatore era uscito da solo dall'appartamento preso in affitto nel sobborgo nord-occidentale di Nova Iguacu e non è più rientrato. In passato console generale a Rio dal 2001 al 2004, Amiridis è stato ambasciatore greco in Libia dal 2012, fin quando nel 2016 non è diventato ambasciatore in Brasile.