Il pipistrello gigante esiste: adesso c'è la prova

Il pipistrello gigante in realtà è una volpe volante appartenente ai megabat. L’animale raggiunge i 30 cm di altezza mentre l’estensione alare può arrivare a 1,7 metri di larghezza

Non è sbagliato sostenere che nel mondo ci siano strane e, ancora oggi, poco conosciute creature. Fa sempre un certo effetto pensare alle specie di animali che, ad esempio, vivono nelle oscure profondità degli abissi oceanici, luoghi spesso inaccessibili agli uomini ed aree della Terra dove la vita è ancora in buona parte da scoprire. Ma anche sulla terraferma le sorprese non mancano. Una prova è fornita da una foto che negli ultimi giorni è divenuta virale su internet che mostra un pipistrello gigante, così grande da sembrare quasi "umano".

L’immagine impressionante, come ha appurato anche Snopes, uno dei più autorevoli siti di fact-checking che si è occupato della storia già un anno fa, non è un fake ma è reale ed è stata scattata nelle Filippine. E le foto, scattate in passato, negli ultimi tempi sono tornate molto popolari sui social. Ma bisogna essere cauti.

Il pipistrello immortalato nell'immagine molto probabilmente è una volpe volante appartenente ai megabat. Si tratta di animali non particolarmente pericolosi che si cibano di fichi e altri frutti ed appartengono alla famiglia degli Pteropodidi, diffusa in Indocina, Indonesia e nell’Arcipelago delle Filippine che si chiama Pteropus vampyrus o, più comunemente, Volpe volante. Le dimensioni del loro corpo sono abbastanza piccole: l’animale, infatti, raggiunge i 30 cm di altezza mentre l’estensione alare può raggiungere 1,7 metri di larghezza. Indubbiamente, la somiglianza con un pipistrello è forte. Nell’immagine, però, l’animale che sembra dormire comodamente appare anche più grande di quanto è nella realtà grazie ad un gioco di prospettive.

"Non siamo stati in grado di identificare la specie di pipistrello mostrata in questa immagine- fanno sapere da Snopes- ma viene spesso diffusa con didascalie quali "volpe volante dal capo dorato" (Acerodon jubatus). È possibile che questa immagine mostri in realtà un'altra specie di Megabat, chiamata "volpe volante malese" (Pteropus vampyrus)".

Sembra che ci sia anche un’altra foto scattata da una diversa angolazione dove si vede l’animale che sbadiglia mentre viene disturbato nel suo sonno diurno. Anche questa specie di pipistrelli infatti è tipicamente notturna o crepuscolare. Come scritto in precedenza, questi animali non sarebbero pericolosi per gli uomini ma trovarseli davanti, magari in piena nottata, è una di quelle esperienze che molti sicuramente preferirebbero evitare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.