Prof decapitato dall'islamista: spunta il video della sparatoria

Nella notte sono state arrestate altre cinque persone, nove in tutto, dopo il brutale omicidio di un professore. Macron: "Oscurantismo e violenza non passeranno"

Una notte di sangue e arresti a Parigi dopo l'orrore del professore decapitato da un 18enne ceceno per aver mostrato le immagini di Charlie Hebdo in aula. Nella notte sono state arrestate altre cinque persone, arrivando così a un totale di nove. E adesso spunta anche un video della fuga e della sparatoria, come reso noto da LeParisien.

Altri arresti per l'insegnante decapitato

A riferire degli arresti delle ultime ore è stata l’emittente BfmTv che ha citato fonti proprie. Si tratterebbe di un genitore che su internet aveva pubblicato un video in cui si lamentava dell’atteggiamento tenuto in classe dal professore, il quale aveva mostrato nei giorni scorsi i disegni di Charlie Hebdo su Maometto. Oltre al genitore sarebbero stati fermati anche un suo amico che lo aveva accompagnato a parlare con la preside della struttura scolastica e altre tre persone. I soggetti sono stati arrestati nelle località di a Yvelines, Conflans Saint Honorine e Chanteloup. Poche ore prima erano stati arrestati anche quattro membri della famiglia del 18enne ceceno autore della decapitazione, ucciso poi dalla polizia. Ovvero, i genitori, il nonno e suo fratello, un minorenne di 17 anni.

E adesso è spuntato anche un video diramato dal quotidiano francese.

Un residente di Eragny, in Val-d'Oise, ha infatti assistito e filmato dalla sua abitazione la fine dell'inseguimento da parte della polizia dell'uomo che ha decapitato l'insegnante a Conflans-Sainte-Honorine (Yveleines). Fino alla serie di colpi fatali che lo hanno ammazzato. Il testimone, un 30enne, stava passando un tranquillo tardo pomeriggio con i suoi familiari quando improvvisamente ha udito strani rumori provenire dalla strada. "Siamo andati a guardare fuori dalla finestra, sul lato del giardino", ha raccontato. Un uomo è stato visto correre e la polizia è scesa dalle auto. Si è sentito più volte gli agenti di polizia gridare "a terra, sdraiati, lancia la tua arma". Il testimone avrebbe visto l’uomo vestito con abiti leggeri, di tipo religiosi. Una fonte giudiziaria ha reso noto che è stata confermata l'identità dell'autore della decapitazione: si tratta di un 18enne ceceno nato a Mosca. Il ragazzo aveva pubblicato un foto della vittima subito dopo la decapitazione.

Le parole del presidente Macron

Il presidente francese Emmanuel Macron ha subito commentato la notizia del professore decapitato davanti alla scuola, asserendo che l’oscurantismo e la violenza che accompagna questa tragedia non vinceranno. "Uno dei nostri concittadini è stato assassinato oggi perché insegnava, perché faceva apprendere a degli studenti la libertà d'espressione, la libertà di credere e di non credere. Un nostro compatriota è stato attaccato in modo vigliacco, è stato vittima di un attentato terroristico islamista" ha detto il capo dello Stato francese, elogiando il collegio scolastico dove lavorava l’insegnante ucciso, per il coraggio della preside che ha retto a tutte le pressioni.

Macron ha poi aggiunto: "Voglio dire questa sera a tutti gli insegnanti di Francia che siamo con loro, che tutta la nazione intera sarà al loro fianco, oggi e domani, per proteggerli, difenderli, per permettergli di fare il loro mestiere, che è il più bello: rendere dei cittadini liberi". Ha infine affermato che non è stato un caso che l’uomo ucciso dal terrorista fosse un insegnante, perché in questo modo si è tentato di abbattere la Repubblica nei suoi valori e nei suoi punti saldi. Oltre alla possibilità di rendere liberi i figli dei cittadini francesi attraverso l'insegnamento, indipendentemente dalla loro provenienza, dal loro credo o religione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Colomba

Sab, 17/10/2020 - 10:36

Cugini d'Oltralpe di nuovo nel mirino. E il toy-boy di Brigitte? Tutto chiacchiere ed Eliseo.

Albius50

Sab, 17/10/2020 - 10:43

Situazione ALLUCINANTE e purtroppo il CRISTIANESIMO sta morendo grazie anche agli stessi rappresentanti religiosi che hanno fatto scelte vergognose.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 17/10/2020 - 10:50

Mah... speriamo per il meglio ma la vedo brutta.

Epietro

Sab, 17/10/2020 - 11:06

Secondo me non si tratta di cristianesimo e di scelte religiose! Sono i nostri governanti che sono degli incapaci e con la coda di paglia. Ma che sistema è quello di far entrare tutti senza nessuna cernita e nessuna direttiva sul loro modo di essere nei nostri stati nazionali occidentali e poi non riuscire ad allontanare nessuno. Non hanno ancora capito che i mussulmani sono arroganti, presuntuosi e prepotenti, che per loro siamo infedeli e che vengono per mangiare a ufo e fare tutto ciò che fa loro comodo secondo le loro barbare usanze e tradizioni.

PassatorCorteseFVG

Sab, 17/10/2020 - 11:56

la fine del sogno del multiculturalismo?se non ci sono arrivati i francesi in tanti anni,con uno stato organizzato piu del nostro, vogliamo arrivarci noi? dubito. ciao a tutti.

TitoPullo

Sab, 17/10/2020 - 12:00

Ed i pidioti nonche' le "anime belle" nostrane (foraggiate da denaro pubblico!) e seguendo la falsariga dettata dall'argentino vorrebbero l'integrazione di tale gentaglia da incubo medievale!!!ahahahahahahahahahahahahahahahahahaha!!! Ma é cosi' difficile capire che il loro cervello vive ancora nel VII Sec. D.C.!!!Ci stiamo riempiendo degli stessi soggetti che provocano in Francia i problemi illustrati da questo articolo e finiremo anche noi come i francesi!!!E bastaaaaaaaaaaaaaa con questa ideologia dell'accoglienza pelosa ed interessata ed avulsa da qualsiasi riscontro con la realta'!!!E bastaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

cesare caini

Sab, 17/10/2020 - 12:21

Visto che non Vi bastano i nostri "Pazzi " continiuate ad importali! !

necken

Sab, 17/10/2020 - 13:03

gli Islamici hanno proselitismo con le buone o con le cattive verso le altre religioni in tutti gli stati dove sono approdati, rappresentano un problema per l'oggi e soprattutto per il domani

Ritratto di Lupry

Lupry

Sab, 17/10/2020 - 13:13

Islam...religione di pace....

Indifferente

Sab, 17/10/2020 - 13:14

Ennesima dimostrazione che illudersi di integrare certa gente è inutile e pericoloso. La crescita di un popolo si ha quando è coeso e rispetta gli stessi principi e valori. Quando, invece, si persegue l'idea di un gran mischione si ottiene il caos, su cui sarà anche più facile regnare, ma che difficilmente può portare a qualcosa di buono.

pasquinobz

Sab, 17/10/2020 - 13:54

L'Europa non ha più speranza. Nonostante tutto, continuano a votare per la sinistra, gli sbarchi non si fermano e quelli che detteranno il nostro stile di vita si riproducono come conigli. Ai giovani posso solo consigliare di fuggire all'Est. Lì sono passati per gli orrori del comunismo e non c'è il rischio che si rincoglioniscano come nel resto d'Europa.

Georgicus

Sab, 17/10/2020 - 13:58

Come ho già altre volte avuto modo di dire, anche in questo caso l'assassino islamico di turno appena spirato anziché allah si sarà subito trovato faccia a faccia con Cristo giudice (guarda un po'!). Dopodiché freccia a sinistra, anzi in basso, e avanti march!, per omnia saecula saeculorum. Amen.

ST6

Sab, 17/10/2020 - 14:39

Georgicus: quindi da quel che dici Cristo esiste e lascia decapitare innocenti. E tu applaudi compiaciuto per il "dopo"... La debolezza e la viltà vi pervade.

maurizio-macold

Sab, 17/10/2020 - 14:55

Nel nome della laicita' dello stato non si possono deridere e denigrare le religioni. I disegni di Charlie Hebdo hanno provocato centinaia di morti ed altri ce ne saranno se non si mette fine a questa follia. Ovviamente questo non giustifica l'accaduto ma bisogna tener conto del fatto che ci sono persone educate alla violenza e non bisogna dar loro motivo di manifestarla.

routier

Sab, 17/10/2020 - 15:35

Decapitare un uomo per vendicarsi di una vignetta? Migliaia di anni di progresso etico gettati alle ortiche. Congratulazioni, l'involuzione ed il regresso del QI avanzano a passi veloci. Fra non molto ritorneremo alle caverne e mangeremo carne cruda perché avremo anche dimenticato come si fa ad accendere un fuoco.

maumen

Sab, 17/10/2020 - 15:57

Certe religioni offuscano purtroppo le menti dei deboli, questo è il problema che nessuno vuole ammettere.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Sab, 17/10/2020 - 16:28

Il governo francese dovrebbe imporre a tutte le scuole della repubblica l'esposizione delle vignette incriminate per legge per almeno un mese, all'entrata delle scuole. Altrimenti avranno vinto, ancora una volta... Anzi, li avremo fatti vincere, come sempre...

Dordolio

Sab, 17/10/2020 - 16:52

Se dicessi quel che penso dell’Islam non verrei pubblicato. Mi domando però quale segno di civiltà sia permettere ed approvare un gravissimo insulto ad una religione, quale essa sia. E inserito poi come in questo caso in una chiave didattica. Se questo è il progresso, beh non è certo il mio.

maurizio-macold

Sab, 17/10/2020 - 16:53

Signor Candidoecurioso (16:28), in Francia vivono milioni di persone di origini africane, asiatiche, americane, ecc, come conseguenza della politica colonialista francese. Queste persone sono per lo piu' islamiche e molto spesso sono state "ghettizzate" nelle periferie delle grandi citta'. Tutto questo ha creato un equilibrio sociale molto precario che ogni tanto sfocia in disordini che durano mesi ed in attentati. Insomma, se il governo francese facesse quello che auspica lei ci sarebbe la guerra civile.

RolfSteiner

Sab, 17/10/2020 - 16:54

macold@ se ci sono persone educate alla violenza che rimangano pure nei loro paesi d'origine. Non abbiamo bisogno di fanatici tagliagole.

Dordolio

Sab, 17/10/2020 - 17:01

Mi ero fermato a sonnecchiare nel parcheggio di un Autogrill vicino Verona. Mi parcheggia accanto una vecchia Mercedes francese, ne scendono un vecchio, un uomo e un ragazzino, magrebini. Entrano, acquistano un sacchetto di cibo frugale, e dopo averlo consumato srotolano i loro tappeti da preghiera e si mettono a pregare. Finito, risalgono in auto e se ne vanno senza dire una sola parola. Devo aver capito allora con che gente abbiamo a che fare. Solida nella propria fede. Con ogni probabilità non integrabile. Sono tra noi ma non ci appartengono. Ogni altra considerazione conseguente può farla chi mi legge.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 17/10/2020 - 17:04

maurizio-macold, premetto che sono felicemente e convintamente ATEO, le religioni non le combatto. Affari loro. Lei dice:... non si possono deridere e denigrare le religioni...Giusto! E perché quando qualcuno denigra la religione Cristiana...tutti zitti? Voi comunisti per primi?

routier

Sab, 17/10/2020 - 17:05

Candidoecurioso - 16:28 In Francia le "banlieue" (periferie e sobborghi delle grandi città) sono da tempo in mano ai franco/islamici naturalizzati di seconda e terza generazione, pertanto restiamo in attesa della loro conquista dei centri storici e, come dice lei, vinceranno ancora una volta. - Il principe Sobieski (battaglia di Vienna) si rivolterà nella tomba.

Dordolio

Sab, 17/10/2020 - 17:20

Tutto vero routier. Il fatto è che l’Islam non è solo una religione, è una visione completa della vita, del mondo, della legge, dello Stato ecc...con caratteristiche poi DI FORZA, non remissive. Un perfetto polo di riferimento e di attrazione per chi (come conseguenza poi) non ha chances e vive in una emarginazione VOLUTA per preservare idee e usanze, nel contesto di un Occidente diversissimo. Questi si chiudono nei loro ghetti - banlieue (veri bantustan) dove coltivano rabbia e risentimento. Ti puoi liberare di loro unicamente con metodi di altre epoche. Giusto il riferimento a Sobieski.....

maurizio-macold

Sab, 17/10/2020 - 17:42

@ TOMARI. Anch'io sono ateo ed in quanto tale tollerante verso chi professa religioni, quali che siano. Le faccio presente che a denigrare la religione cattolica siete voi di destra che giornalmente attaccate ed insultate papa Francesco solo perche' e' un papa veramente cristiano. In quanto all'etichetta di comunista che persone superficiali come lei mi rivolgono non me ne "puo' fregare di meno" perche' e' inutile difendersi dai qualunquisti. A proposito, lei sa che Salvini nel 1997 era il leader dei comunisti padani?

Georgicus

Sab, 17/10/2020 - 17:45

ST6: dispiace per te ma Cristo, a cui dimostri di non credere ora, non solo esiste, ma anche tu lo vedrai alla fine dei tuoi giorni. Dio ci lascia liberi (sai cos' è il libero arbitrio?) e delle nostre azioni dovermo rispondere, prima o poi. Debolozza e viltà non mi (o ci) appartengono, le lascio a quelli come te che presumono (a torto) di essere nel giusto.

STREGHETTA

Sab, 17/10/2020 - 17:55

" Con la gola degli altri " - Avevamo ( abbondantemente ) e abbiamo tuttora la plastica visione dei benefici dell' " accoglienza " : saremo schiavi in patria, silenti a casa nostra, perderemo pezzo a pezzo la civiltà. Altrimenti.. rischieremo la vita per mano di un barbaro. A questa gente le miagolanti e folli buoniste di sinistra vogliono dare non solo accoglienza, ma anche lo jus soli! Con la gola degli altri.

Epietro

Lun, 19/10/2020 - 11:23

@Dordolio dele 16:52 - "gravissimo insulto.." ma quale? Potrà esserlo in Cecenia o in qualche altra casa di questi fanatici, non sicuramente in Italia o in Europa dove la morale e l'etica hanno tutt'altri significati e valori. Per cui se i mussulmani si sentono così gravemente offesi dalle vignette su Maometto, non devono fare altro che tornarsene a casa loro e lasciarci vivere la nostra vita nel nostro paese come noi la vogliamo. Non abbiamo bisogno di gente che voglia insegnarci a stare al mondo, tanto= meno di coloro che vivono nel medio evo più remoto.