Mondo

Quando non serviva più (per attaccare Trump) i dem hanno scaricato Cuomo

Finito al centro di uno scandalo sessuale (undici donne lo accusano di molestie), il governatore di New York ha fatto un passo indietro annunciando le proprie dimissioni

Quando non serviva più (per attaccare Trump) i dem hanno scaricato Cuomo

È stato uno dei più strenui oppositori di Trump. Poi, quando non serviva più, i democratici gli hanno dato il benservito. I primi a scaricare Andrew Cuomo sono stati proprio loro, i compagni di partito. C'è chi lo ha fatto con più enfasi - vedi la pasionaria Alexandria Ocasio-Cortez - e chi, invece, semplicemente gli ha consigliato di farsi da parte (Biden). Alla fine per evitare l'impeachment Cuomo si è dimesso, annunciandolo ai newyorchesi in diretta tv.

Erano mesi che Cuomo era sulla graticola, con l'accusa di molestie sessuali. Ma la sua caduta era iniziata prima, con lo scandalo, maldestramente occultato, sulla gestione delle case di riposo per anziani, e il numero di morti per Covid occultato. I suoi collaboratori avrebbero modificato il numero di vittime per coronavirus: si parla di circa 4mila persone, morte in ospedale ma contagiate nei ricoveri per anziani. Questo dato non sarebbe finito nel computo delle vittime nelle case di riposo. Per quale motivo? Come hanno amesso i collaboratori di Cuomo al fine di evitare un’inchiesta da parte del Dipartimento di Giustizia di Trump, in un momento in cui lo scontro tra il presidente e il governatore era a livelli altissimi.

Di un altro aspetto bisogna tenere conto. Il Partito democratico è cambiato, non è più quello dei tempi di Clinton, o anche prima. Tra le nuove correnti c'è quella ultraliberal che si batte per le minoranze e strizza l'occhio al MeToo (il movimento femminista contro le molestie sessuali e la violenza sulle donne diffuso in modo virale a partire dall'ottobre 2017). Questa componente non poteva tollerare oltre i modi spicci e per certi versi arroganti di Cuomo. Stritolato uno dei protagonisti degli ultimi anni, i dem dovranno trovare un adeguato sostituto, in grado di tenere insieme i vari interessi forti che si erano stretti attorno a Cuomo: i grandi fondi finanziari, le società immobiliari e farmaceutiche, le banche, oltre alle minoranze in cerca di riscatto (vecchia anima della sinistra). Il mix tra il progressismo e il potere (economico) della Grande Mela è alla ricerca di un nuovo punto di equilibrio. Lo stesso discorso vale anche per gli Stati Uniti. Morto (politicamente) un Cuomo, se ne fa un altro...

Commenti