Un'ong accusa Assad: "Investimenti milionari a Mosca"

Secondo un’ong britannica, l’impero immobiliare creato a Mosca dai parenti di Assad sarebbe il frutto di riciclaggio internazionale di denaro

Un’ong anticorruzione britannica ha di recente accusato la famiglia del presidente siriano Bashar al Assad di possedere un tesoro milionario in Russia.

Global Witness, sigla impegnata nella promozione del valore della trasparenza e nella denuncia delle violazioni dei diritti umani in corso nel mondo, ha infatti di recente, riporta The Daily Telegraph, passato al setaccio gli affari del clan Makhlouf, uno dei più ricchi e potenti del Paese arabo e a cui appartengono lo zio materno e i cugini del leader di Damasco.

Questi familiari di Assad, stando alle indagini condotte dall’ong, avrebbero creato un vero e proprio impero immobiliare a Mosca, in base a un ingegnoso sistema di riciclaggio di denaro. I Makhlouf, già colpiti da sanzioni europee e americane per i crimini da loro commessi durante la guerra civile siriana, avrebbero infatti investito “somme di dubbia provenienza” per effettuare acquisizioni di immobili, con l’acquiescenza di alcune banche moscovite, in uno dei più esclusivi quartieri della capitale russa, il Moscow International Business Center.

Sempre in base ai dati di Global Witness, citati dal giornale inglese, il clan imparentato con Assad sarebbe titolare, nel distretto finanziario in questione, di più di una decina di palazzi e torri, per un valore totale di circa 40 milioni di dollari.

L’ong ha quindi denunciato che, tra gli istituti di credito russi che hanno aiutato i familiari del leader di Damasco a effettuare investimenti immobiliari a Mosca, vi sarebbe Sberbank, la più grande banca del Paese. Tuttavia, ricorda il Telegraph, proprio tale colosso creditizio ha finora costantemente ribadito la sua politica di tolleranza zero verso ogni minima operazione finanziaria poco trasparente.

L’organizzazione non governativa ha poi affermato, in base ai risultati delle sue indagini, che le operazioni di riciclaggio internazionale messe a punto dai Makhlouf non avrebbero avuto come terminale esclusivamente la capitale russa, ma sarebbero servite anche a trasferire illegalmente denaro dalla Siria verso il territorio dell’Unione europea.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

alox

Mer, 13/11/2019 - 11:24

Hahaha la scoperta dell'acqua calda. E' un DITTATORE come il criminale Putin...

GGuerrieri

Mer, 13/11/2019 - 12:01

La scoperta dell'acqua calda sono tali accuse mosse da una solita Ong angloamericana, che dipenderà direttamente da Langley.... Assad rimane il legittimo presidente siriano. Certamente il suo è un regime autoritario. Ma perché invece Erdoğan, Bin Salman ed i suoi compari emiri sono paladini della democrazia e stato di diritto? E comunque vorrei capire quali sarebbero i crimini di guerra commessi da Assad, che si è semplicemente difeso dall'orda islamista sunnita che i predetti gli hanno scatenato contro, con il beneplacito di USA, Francia, GB, ecc...

Divoll

Mer, 13/11/2019 - 22:03

Un'ong di Soros?...

alox

Mer, 13/11/2019 - 23:52

Certamente il suo e' un regime autoritario….per definizione e' un criminale.

alox

Mer, 13/11/2019 - 23:54

Nei regimi autoritari il dittatore e' un criminale. Chi non ci crede provi a contraddirlo in patria. Paura?

mila

Gio, 14/11/2019 - 07:01

Le Ong inglesi per i diritti umani potrebbero anche occuparsi dei diritti dei cittadini siriani, privati di medicine e generi di prima necessita' a causa delle sanzioni applicate alla Siria dall'America e dalla UE. Poi anch'io, come Guerrieri, non capisco quali siano i crimini di guerra commessi da Assad.

alox

Gio, 14/11/2019 - 11:15

Le sanzioni, anche se poco servono....peccato ci furono I democrat con Obama invece dei Repubblicani..Assad sarebbe in pasto ai pesci, I siriani a casa (non c'e' piu' il dittatore) e la Crimea sarebbe Ucraina.

opinione-critica

Gio, 14/11/2019 - 18:36

Dove doveva investire? Se negli USA li avrebbero sequestrati? Le ONG anticorruzione chi li finanzia? Forse il buon Dio? Allah o Maometto?

cir

Gio, 14/11/2019 - 19:01

mila Gio, 14/11/2019 - 07:01 : ecco il suo crimine !!------------------- http://borsaforextradingfinanza.over-blog.it/article-la-siria-non-ha-alcun-debito-col-fmi-e-la-sua-banca-centrale-e-di-proprieta-della-nazione-122330185.html

cir

Gio, 14/11/2019 - 20:17

alox Gio, 14/11/2019 - 11:15: e tua madre farebbe le pere a gratis per mantenerti !!