Ragazzo rivela le torture "choc" subìte da Esptein: "Fui violentato a 11 anni"

Agghiaccianti testimonianze si vanno ad aggiungere alle precedenti, riguardo agli abusi commessi da Jeffrey Epstein. A parlare è un ragazzo, che sostiene di essere stato "torturato e drogato" dal milionario pedoflio ad undici anni

Ragazzo rivela le torture "choc" subìte da Esptein: "Fui violentato a 11 anni"

Jeffrey Epstein è ormai morto da quasi un anno e mezzo. Ma il numero di persone che si sta facendo avanti per rivelare fino a che punto si spingeva la sua malattia mentale, aumenta ogni giorno di più. Ian Halperin, nel suo libro "Controversy: Sex, lies and dirty money by the world’s powerful élite”, ha raccolto centinaia di testimonianze sulla perversione che ha caratterizzato tutta la vita del milionario pedofilo. E tra queste ce ne sono alcune, che rivelano al mondo particolari sempre più scioccanti dei suoi crimini.

Un agente immobiliare di cui si serviva Epstein racconta che il suo datore di lavoro lo mandava in Ucraina ad adescare bambine e bambini, a volte anche di 9 anni. “Un agente immobiliare mi raccontò come Epstein mandasse i suoi dipendenti in Ucraina ad adescare per lui vittime per il sesso. Alcune di queste vittime erano così giovani da avere persino 9 anni. E insisteva nel dirmi che non tutte erano femmine. Gli piacevano molto anche giovani ragazzini. Gli piaceva manipolarli e torturarli, e li trafficava per sesso. Era un completo masochista”. Il terrificante racconto svelato nel libro di Halperin diventa sempre più sconcertante quando l’autore riporta la testimonianza in prima persona di una delle più giovani vittime di quello che lui definisce un "sociopatico".

Yasira sostiene di aver avuto solo undici anni quando venne adescato e portato dal magnate sulla sua isola privata nei Caraibi, teatro di abusi inenarrabili su bambine e bambini ben più giovani di diciassette anni. “Dopo avermi fatto un massaggio, mi offrì una bevanda che mi fece svenire”, racconta il ragazzo, che fu abusato nel 2014 ed oggi si sta lentamente riprendendo dalle torture subite. La bevanda con cui Epstein drogò il piccolo Yasira e molte altre vittime era ayahuasca, una pianta psichedelica usata per scopi ritualistici, che può avere effetti devastanti su chi la beve. “Mi svegliai nel suo letto senza vestiti addosso”, racconta Yasira ad Halperin, aggiungendo che era stato stuprato dal suo aguzzino. La scioccante testimonianza di Yasira prosegue entrando nei dettagli degli abusi che subì da Epstein e delle sue minacce di morte.

Mi disse che se avessi tradito la sua fiducia, mi avrebbe fatto gettare nel vuoto dal suo elicottero”. Le spaventose minacce di morte spaventarono così tanto il bambino, che non proferì parola con nessuno durante il tempo che passò sull’isola di Saint James. Ma un episodio gli fece sospettare che quelle di Epstein non fossero solo intimidazioni: “Mentre ero lì con me c’era un altro bambino, originario dell’Estonia. Era rimasto così scioccato dalle molestie subìte che piangeva e voleva chiamare la polizia. Una guardia del corpo di Epstein gli offrì un passaggio in elicottero per portarlo alla polizia a Saint Thomas. Da quel giorno non ho più sentito parlare di lui e credo che lo abbiano buttato giù dall’elicottero. Chiunque si mettesse contro Epstein, veniva eliminato. Non era solo un predatore sessuale, credo fosse anche un pericoloso serial killer”.

Jeffrey Epstein è stato arrestato dopo anni trascorsi ad abusare di centinaia di bambini, indisturbato, con l'ormai certa protezione di amici influenti e dipendenti zelanti, pronti ad eliminare le tracce dei suoi crimini. Ma dopo solo un mese dal suo arresto è stato trovato impiccato nella sua cella, sfuggendo così nuovamente alla giustizia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti