"Temperature come nel 2050": la fiammata di calore che preoccupa Londra

In Regno Unito si sta per avverare la previsione delle temperature record previste inizialmente nel 2050: ecco cosa accadrà nei prossimi giorni e le similitudini con le simulazioni del futuro

"Temperature come nel 2050": la fiammata di calore che preoccupa Londra

Un video di due anni fa che è tornato prepotentemente d'attualità adesso: il servizio meteorologico del Regno Unito Met Office aveva dipinto scenari basati sul cambiamento climatico e l'aumento delle temperature, per il 2050, che si stanno avverando in questi giorni. "Vi siete mai chiesti come potrebbero essere le previsioni del tempo entro il 2050?", aveva affermato Simon Lee, scienziato dell'atmosfera alla Columbia University di New York.

Le somiglianze

È ovvio che una previsione oltre i 7-10 giorni è già una non previsione, figuriamoci quella per anni successivi: l'ufficio meteo britannico, con il video pubblicato su YouTube, aveva voluto gettare una provocazione per sensibilizzare ad una tematica ancora presa troppo sottogamba da alcuni Paesi ma che, in questa terribile estate 2022, non può più essere evitata. Ebbene, quanto accadrà tra domani e martedì a Londra, ma non solo, è l'esatta proiezione di quello che potrebbe accadere nei prossimi decenni. "Oggi, le previsioni per martedì sono sorprendentemente quasi identiche per gran parte del paese", ha twittato Simon, aggiungendo in un post successivo che "ciò che arriverà martedì offre uno spaccato del futuro". Infatti, tra 24-48 ore Londra potrebbe toccare i primi 40°C all'ombra della sua storia, scenario proposto nel video-simulazione di quanto potrebbe accadere fra poco meno di 30 anni anche a quelle latitudini.

L'aumento delle temperature

Nessuno può avventurarsi a conoscere le esatte dinamiche atmosferiche tra due, cinque o dieci anni ma gli inglesi ci provano. Tra 30 anni, questa previsione sembrerà piuttosto tipica. Le temperature dovrebbero aumentare di 10-15 gradi rispetto al normale all'inizio della prossima settimana nel Regno Unito", affermano gli esperti d'oltre Manica alla Cnn. "Le massime potrebbero avvicinarsi per la prima volta ai 40 gradi Celsius (circa 104 gradi Fahrenheit), una previsione che ha spinto i meteorologi a emettere per la prima volta in assoluto un avviso di calore 'rosso'".

Per il momento, resiste il caldo storico registrato al giardino botanico di Cambridge nel 2019 quando si raggiunsero 38,7 gradi centigradi. "Speravamo di non arrivare a questa situazione", ha dichiarato un meteorologo el Met Office, Nikos Christidis. "Il cambiamento climatico ha già influenzato la probabilità di temperature estreme nel Regno Unito. Le possibilità di vedere giorni a 40°C nel Regno Unito potrebbero essere fino a 10 volte più probabili nel clima attuale rispetto a un clima naturale non influenzato dall'influenza umana".

Oltre ai problemi connessi a siccità e agricoltura, il caldo estremo è considerato tra gli eventi meteorologici più mortali: spesso non viene attribuito come tale nel momento in cui un colpo di calore e la morte vengono attribuiti a condizioni già preesistenti come malattie cardiache o malattie respiratorie. Rapporti recenti, poi, hanno suggerito che non più del 5% delle case del Regno Unito possiede l'aria condizionata per aiutare a mantenere freschi gli ambienti.

Commenti