Siria, James Mattis ha firmato il ritiro delle truppe Usa

Il segretario alla Difesa ha firmato l'ordine di ritiro dalla Siria dei 2mila militari Usa. In settimana, una delegazione statunitense andrà in Turchia per discutere delle operazioni

Siria, James Mattis ha firmato il ritiro delle truppe Usa

Per la guerra in Siria sono ore cruciali. Secondo le prime indiscrezioni che giungono dai media americani, Jim Mattis, che giovedì ha annunciato le sue dimissioni, ha firmato l'ordine per il ritiro delle truppe degli Stati Uniti dalla Siria. A riferire la notizia, è stato un funzionario della Difesa americana a Usa Today, ma a condizione di anonimato. Per l'annuncio ufficiale non c'è ancora notizia di quando possa avvenire.

Il segretario alla Difesa uscente ha firmato l'ordine a seguito dell'annuncio a sorpresa reso il 14 dicembre su Twitter dal presidente Donald Trump. Il capo della Casa Bianca ha motivato la decisione di ritirarsi dalla Siria sostenendo che lo Stato islamico è ormai stato sconfitto e che è necessario che gli alleati regionali (in particolare la Turchia, come sottolineato da Trump) siano pienamente coinvolti nella fine della guerra. Il portavoce del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che una delegazione militare statunitense andrà in Turchia in settimana per discutere il ritiro delle truppe Usa dalla Siria. "Discuteranno di come coordinarsi con la controparti" ha dichiarato Ibrahim Kalin durante una conferenza stampa ad Ankara.

La decisione di Trump di ritirarsi dalla guerra in Siria era stata particolarmente avversata da Mattis, tanto che l'annuncio è stato l'episodio che ha provocato le dimissioni del capo del Pentagono. A tal proposito, ieri il presidente degli Stati Uniti ha affermato che dal 1° gennaio il vice segretario alla Difesa, Patrick Shanahan, sarà segretario della Difesa facente funzioni.

Commenti

Grazie per il tuo commento