"Lo spot di Donald Trump è razzista". Tv e media degli Stati Uniti lo censurano

Scoppia il caso negli States: Cnn, Fox News, Nbc e anche Facebook oscurano lo spot elettorale del presidente

Oggi negli Stati Uniti si vota per le elezioni di Midterm (di metà mandato) con le quali i cittadini americani sono chiamati a rinnovare il Congresso ed eleggere i governatori di 36 stati federali. Ma alla vigilia della tornata elettorale è scoppiato un nuovo caso Donald Trump.

Nel mirino, questa volta, un suo spot elettorale. Il video è stato considerato (troppo) razzista dalle più importanti emittenti a stelle e strisce, che hanno appunto deciso di censurarlo. Infatti, Cnn, Fox News, Nbc (e pure Facebook) si sono rifiutate di mandarlo in onda. Fox News, per esempio, ha fatto sapere che "Dopo ulteriore analisi, Fox News ieri ha ritirato lo sport che non comparirà su Fox News Channel or Fox Business Network".

Nel messaggio politico del presidente Usa si paragonano i migranti che cercano di entrare nel Paese ai criminali, raccontando la storia di un immigrato messicano responsabile della morte di due agenti di polizia. Lo spot, inoltre, accusa il Partito Democratico di aver aperto le porte degli Stati Uniti ai delinquenti.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto lumi sulla vicenda, Trump ha glissato, dichiarando di essere concentrato nella battaglia politica per vincere il Midterm.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.