Clinton, Kerry e la domestica: altra foto choc del caso Epstein

Nuove foto potrebbero inguaire due politici di spicco americani, nell'ambito dell'inchiesta Epstein. Bill Clinton e John Kerry compaiono nelle foto della domestica del milionario pedofilo, accusata di essere sua "complice" negli abusi

Il The Sun ha riportato delle foto che ritraggono diversi personaggi “noti” in compagnia di Jun-Lyn Fontanilla, la domestica della casa newyorkese di Jeffrey Epstein. Le foto della donna, che è stata accusata da una delle vittime del magnate pedofilo di essere una delle complici dei suoi abusi, risalgono al 2010 e sono state conservate in un album su Facebook.

In uno degli scatti la Fontanilla appare sorridente tra il principe Andrea e il marito, in un altro accanto a Sarah Ferguson. Ma sono altre due le foto che più sorprendono, viste le accuse di favoreggiamento della prostituzione rivolte alla donna e i ruoli ricoperti dai due uomini. Jun-Lyn e il marito appaiono in due foto con l’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton e con John Kerry, ex senatore dem, che perse la presidenza della Casa Bianca contro George W. Bush. Nel documentario “Surviving Jeffrey Epstein” le accusatrici di Epstein hanno nominato la governante filippina come complice degli abusi del milionario nei confronti di ragazze talvolta appena 14enni.

Ma la Fontanilla non è mai stata accusata formalmente di nulla, perché è deceduta nel 2016 per cause sconosciute. Le foto contenute nel suo album costituirebbero dunque, un'ulteriore forma di ricatto nei confronti dei famosi “amici” del magnate? Purtroppo Jun-Lyn non potrà mai rispondere. Ma il modus operandi di Epstein era proprio quello di riprendere e fotografare i suoi importanti ospiti durante il loro soggiorno presso le sue proprietà. In ogni villa del magnate sono state trovate telecamere in tutte le stanze, comprese le camere da letto e tutte le donne che lo hanno accusato di abusi affermano di aver visto addirittura una stanza adibita a "sala di contollo", con monitor e televisoni. La cosa certa è che tutti quelli immortalati nelle immagini hanno visitato la grande casa di Epstein a Manhattan. Jeffrey Epstein è stato arrestato a luglio 2019 con l’accusa di traffico della prostituzione minorile. Dopo un mese di isolamento nel Metropolitan Correctional Center, il ricco finanziere fu trovato impiccato nella sua cella, che avrebbe dovuto essere sorvegliata 24 su 24.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.