Stati Uniti, l'accusa contro Trump: "Ha molestato decine di donne"

La mossa giornalistica del New York Times: decine di denunce al miliardario in corsa per le elezioni

Stati Uniti, l'accusa contro Trump: "Ha molestato decine di donne"

Sono una trentina le donne che hanno parlato con il New York Times, assicurando al quotidiano statunitense di essere state molestate da Donald Trump, miliadario in corsa per un posto da sfidante repubblicano alle prossime elezioni americane.

Tutto è partito dalla testimonianza di una ex modella, Rowanne Brewer Lane, che ha raccontato di come nel 1990 ci fu una festa nella villa di Trump a Mar-a-Lago, in California, con una cinquantina di sue colleghe e una trentina di uomini.

In quell'occasione l'allora 44enne magnate l'avrebbe portata nella villa, dopo averle chiesto se avesse un costume per fare il bagno in piscina e gliene avrebbe procurato uno alla sua risposta negativa. Poi un apprezzamento sul suo fisico e la domanda agli ospiti: "Non è una sbalorditiva Trump Girl?".

Fu questa intervista a far partire l'inchiesta che ora il quotidiano newyorchese ha pubblicato, con decine di testimonianza di molestie, dalle avances ad altri tipi di apprezzamenti. Episodi avvenuti prevalentemente nella Trump Tower e che ora rischiano di pesare sull'immagine di Trump.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti